Home > Recensioni Android > Android L: la nostra video preview

Android L: la nostra video preview

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale della nuova versione del sistema operativo mobile del robottino verde, Android L, avvenuta lo scorso 25 Giugno in occasione del keynote di apertura dell’evento Google I/O 2014, tenutosi presso il Moscone Center in quel di San Francisco, la nostra redazione prontamente vi mostra la video preview della piattaforma.

android_l_insert

Tante le novità che porta con sé Android L le quali vanno a toccare diversi aspetti del sistema operativo quali l’interfaccia utente, le funzionalità e la compatibilità e, in quest’articolo, insieme al changelog ufficiale completo, vi mostreremo le peculiarità più importanti, provate sull’attuale smartphone top di gamma dell’azienda di Mountain View, il Nexus 5 – dispositivo del quale potete leggere la nostra recensione – il tutto accompagnato ed arricchito da screenshot, ma soprattutto da un approfondito video che troverete in calce.

Android L: changelog ufficiale, screen e video preview

Prima di andare a parlarvi più approfonditamente delle novità più importanti che saranno apportate da Android L, qui di seguito vi proponiamo, in elenco, il changelog ufficiale e completo della nuova versione della piattaforma mobile di Google.

  • Nuove API per la modalità Burst della fotocamera (scatto rapido)
  • Codec H.265
  • NDK media APIs TV input framework
  • Patch per la latenza dell’audio durante la registrazione
  • Migliorata AV Sync
  • Audio USB
  • Supporto per i comandi tramite hotword a dispositivi di cast (tipo Chromecast)
  • ART di default
  • Supporto all’ambiente a 64-bit
  • Project Volta
  • Migliorate le statistiche della batteria con aggiunta di tempo previsto rimanente
  • Storico della batteria
  • Tempo necessario per ricaricare il dispositivo nella lockscreen
  • JobScheduler
  • Multi-network
  • Supporto al Bluetooth 4.1
  • Supporto modalità Bluetooth Low Energy sia centrale che periferica
  • HFP 1.6 SAP
  • Multi HFP
  • Mappa delle Email
  • Supporto Open GL ES 3.1 ed Android Extension Pack
  • Sblocco personale
  • Enterprise Obbligo da parte degli sviluppatori ad utilizzare le linee guida di Google
  • Nuova interfaccia per il Multi-tasking
  • Notifiche nella lockscreen
  • Notifiche heads Up
  • Modalità “Non disturbare”
  • Nuovi Quick Settings
  • Blocco rotazione del dispositivo
  • Migliorato il supporto ai controller per giochi
  • Possibilità di bloccare la rotazione del display
  • Inversione colore
  • Correzione dello spazio di colori
  • Sottotitoli
  • Migliorato il rendering del testo
  • Nuovo tema Nuove transizioni tra activity
  • Vista ombreggiatura
  • Vista in rialzo
  • RecycleView
  • CardView
  • Path animations
  • Estrattore colore

Come abbiamo avuto modo di vedere in quest’elenco, che sembrava non finire mai, sono davvero tante le novità che accompagneranno il rilascio di Android L, ma ovviamente la cosa non ci stupisce affatto, sia perché si tratta di una major release, sia perché, come sempre, il colosso di Mountain View per mantenere la leadership nel settore dei dispositivi mobili in tutto il mondo, cerca sempre di proporre novità in grado di soddisfare le esigenze dei più svariati utenti, strizzando l’occhiolinoovviamente in segno di sfida, ndr – a piattaforme concorrenti quali, ad esempio, la nuova versione di iOS 8 di Apple.

Vi ricordiamo che il rilascio della versione finale destinata agli utenti di Android L avverrà tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, in modo da dare tempo agli sviluppatori di creare nuove applicazioni, ma soprattutto di ridisegnare quelle attuali in base agli standard imposti dalla nuova piattaforma mobile di Google.

Proprio per questo motivo è stata rilasciata una versione, cosiddetta developer preview, di Android L, destinata agli sviluppatori e compatibile con alcuni dispositivi della gamma Nexus, grazie alla quale possiamo mostrarvi, in una performance live, le principali novità.

Screenshoot

Come possiamo vedere dagli screenshot qui di seguito, in questa versione di Android L, i cambiamenti non sono tantissimi e riguardano soprattutto l’interfaccia utente di sistema, infatti quasi tutti i menu sono stati modificati, per quanto ancora è facile notare alcuni richiami a KitKat.

Video

Nella nostra preview la stabilità della versione di Android L per gli sviluppatori non sembra deludere, ma presentando comunque alcuni bug quali il consumo elevato di batteria o, altri problemi più ovvi quali l’incompatibilità con alcune applicazioni, sconsigliamo l’installazione per chi usa lo smartphone quotidianamente.

Ci sentiamo ad ogni modo di poter dire che questa preview di Android L rimane comunque interessante, soprattutto perché ci permette di farci una prima idea di quella che sarà la futura versione del sistema operativo del robottino verde

Un’idea che, certamente, possiamo avere ancora più chiara grazie alla visione della nostra video preview che abbiamo realizzato per voi e che trovate qui di seguito, con la quale vi lasciamo in attesa di ricevere i vostri commenti nell’apposito spazio che trovate in fondo alla pagina. Buona visione!

Via

SCELTI DA NOI PER TE