Home > Recensioni Android > Elephone P7000, la recensione di AndroidBlog.it

Elephone P7000, la recensione di AndroidBlog.it

Se facessimo un sondaggio, probabilmente Elephone P7000 è lo smartphone cinese che nelle ultime settimane sta riscuotendo più interesse tra gli utenti smanettoni e nei forum di mezzo mondo. Il perchè è molto semplice: meno di 200 euro per portarsi a casa uno smartphone con 3GB di ram, octa-core, display FullHD e sensore biometrico per lo sblocco del dispositivo.

Ma in realtà ciò che conta, e lo sappiamo benissimo, non sono sempre l’hardware e la potenza pura del dispositivo, se dietro a tutto questo non c’è una buona ottimizzazione ed altri piccoli accorgimenti che il produttore, in questo caso Elephone, dovrebbe migliorare. 

Video recensione 

Come di consueto, qui sotto trovate la nostra recensione completa in cui abbiamo analizzato a fondo questo dispositivo per sfatare tutte le domande che si vedono circolare in rete relativamente ad esso. Siete pronti a scoprire Elephone P7000?

Unboxing 

Appena arrivato dalla cina, abbiamo scartato un pacco enorme e siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalla dotazione accessoristica dell’Elephone P7000. All’interno della confezione di vendita, che noi abbiamo trovato su EtoTalk, troverete infatti oltre i classici accessori (caricatore da 1A con presa europea, e cavo USB), anche due pellicole di cui una in vetro temperato, ed una flip cover molto simile a quella di LG, con apposita “finestrella” per vedere orario e altre informazioni. 

x-elephone-p7000-foto-7

 

Hardware e parte telefonica 

Come dicevamo in apertura, il comparto hardware dell’Elephone P7000 è probabilmente tra i migliori in circolazione (almeno nel mercato dei cinafonini); sotto la scocca, infatti, troviamo una CPU Octa-Core di Mediatek MT6752 64Bit, 3GB di ram, 16GB di memoria interna espandibile tramite MicroSD.

Ovviamente, anche la parte multimediale fa la sua bella figura, almeno tecnicamente parlando: fotocamera posteriore con flash led da 13 megapixel, mentre una frontale da 5 megapixel. Il display, poi, è una mediocre unità da 5,5″ pollici che, seppur l’alta risoluzione, sembra avere qualche problema con la regolazione della luminosità.

Aspetto di grande interesse e curiosità è senza dubbio il sensore biometrico presente nella parte posteriore dello smartphone: dopo aver registrato la propria impronta, infatti, si potrà sbloccare il dispositivo utilizzando questa tecnologia che, a livello software, non è stata implementata del tutto (ma alcune voci nei vari menu ci lasciano capire che nei prossimi aggiornamenti di sicuro lo sarà). 

La parte telefonica invece è ottima: non c’è posto in cui siamo stati senza segnale con l’Elephone P7000, che sia in 3G o 4G. Ottima la velocità di aggancio del segnale ed il cambio celle, oltre che lo switch tra le diverse reti. Un po’ sotto le aspettative la qualità dell’audio in capsula durante le chiamate. A seguire, invece, trovate la scheda tecnica completa dell’Elephone P7000.

Display 5,5″ pollici FullHD 1920×1080 pixel IPS LCD
SoC Mediatek MT6752 Octa-Core 1,7GHz 64 Bit
RAM 3GB
Storage 16GB espandibili con MicroSD
Fotocamera 13 megapixel con flash led, frontale da 5 megapixel
Batteria 3450 mAh
Connettività Wi-Fi, Bluetooth, GPS, LTE
Sistema operativo Android 5.0 Lollipop
Dimensioni e peso  155 x 76,7 x 8,9mm per 160 grammi 

Il dispositivo, al momento in cui scriviamo, è disponibile quasi ovunque in preordine e le modalità di acquisto sono poco chiare da parte di Elephone sul proprio store ufficiale. Noi lo abbiamo acquistato da EtoTalk e anche voi potete trovarlo a questo link, usufruendo del coupon di sconto “etotalkandroidblogitaly”.

xlogo.png.pagespeed.ic.PJsrBB8C15

Design, materiali ed ergonomia 

Se sotto il punto di vista dell’hardware potrebbe essere anche il primo della classe, dal punto di vista estetico Elephone P7000 non è di certo un modello da seguire; la parte posteriore bombata, le linee arrotondate e altri piccoli accorgimenti sembrano averci fatto tornare indietro di qualche anno. 

I materiali di costruzione sono ovviamente plastici con un intermezzo in alluminio nelle cornici laterali che tentano di dare un tocco di eleganza in più all’Elephone P7000 anche se in realtà ha sempre quell’apparenza da plasticotto. 

Nella parte frontale del dispositivo è presente solo un tasto touch, retroilluminato e che funge anche da led di notifica: peccato per i tasti “back” e “opzioni” che ci sono, ma è come se non ci fossero dal momento che è impossibile individuarli accanto al pulsante principale, perchè non sono retroilluminati.

Il discorso ergonomia, invece, è un tasto dolente: 5,5″ pollici non sono pochi e manovrare lo smartphone spesso è difficile. Ovviamente è una questione di abitudine ed in linea di massima non avrete problemi, ma se non siete abituati, lasciate perdere Elephone P7000.

Display 

Dotato di un’unità da 5,5″ pollici, il display dell’Elephone P7000 è FullHD ed il pannello è di tipo IPS LCD. La qualità dell’immagine, tutto sommato, è anche buona, ma il display è affetto da diversi problemi: innanzitutto la luminosità massima è davvero molto bassa, e sotto questo primo sole estivo utilizzare lo smartphone è veramente impossibile. La regolazione della luminosità, inoltre, ha un bug a livello software: tentando di aumentare o diminuire la luminosità tramite l’apposito toggle, il dispositivo rimane illuminato sempre allo stesso modo. 

In caso ve lo stiate chiedendo, il problema della luminosità, a detta di Elephone, è solamente a livello software: i prossimi aggiornamenti tramite OTA risolveranno la problematica. 

x-elephone-p7000-foto-8

 

Ciò che poi ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca è il fatto che il dispositivo, se privo di qualunque pellicola protettiva, trattenga molto le impronte durante l’utilizzo; certo, non è una caratteristica che potrebbe farci optare per il non acquisto, ma ovviamente era un aspetto da sottolineare.

Multimedia 

A partire dall’analisi dell’altoparlante, questo Elephone P7000 ci ha un po’ lasciati perplessi: l’altoparlante stereo, infatti, riproduce un suono non altissimo a livello di volume e soprattutto, qualitativamente parlando, sembra ci sia costantemente una mano davanti che impedisca di avere un suono forte e pulito. 

La riproduzione video, invece, è buona e fila liscia come l’olio solo per i sample in FullHD; i file .mp4 a risoluzione 2K non sono supportati dal player stock dell’Elephone P7000 che, per le sue caratteristiche hardware, avrebbe dovuto riprodurre qualsiasi genere di filmato. 

Il comparto gaming è probabilmente il migliore in questo ambito multimediale: Asphalt 8 viene eseguito a dettagli massimi senza cali di framerate o altro, con animazioni fluide e prestazioni più che buone. 

Fotocamera 

La fotocamera dell’Elephone P7000 è da ben 13 megapixel e riesce a catturare immagini di buona qualità; gli scatti che trovate qui in basso a risoluzione completa sono stati realizzati in diverse situazioni e, come vedete, lo smartphone si comporta più che bene. 

Ciò che lascia perplessi è la messa a fuoco non sempre veloce e precisa e gli scatti realizzati con il flash, quando la luce tende a spostare i colori della foto verso il rosa/rosso, andando a sfalsare  decisamente i colori reali degli scatti. 

La camera frontale, invece, è da 5 megapixel e la qualità è solamente accettabile; il grandangolo non è molto ampio quindi il vostro “faccione” in eventuali selfie verrà risaltato ancor di più (per dirla in termini molto semplici). Qui a seguire il testo video in FullHD con la camera da 13 megapixel dell’Elephone P7000. 

Software 

A livello software sull’Elephone P7000 troviamo l’ultima distribuzione Android, la versione 5.0 Lollipop. Le performance del dispositivo sono buone e non calano nell’utilizzo quotidiano: ciò che stona, però, sono alcuni bug che abbiamo incontrato durante l’utilizzo di ogni giorno.

Si parla, ad esempio, del difetto nella regolazione della luminosità, o di alcuni menu “incompleti” con voci che non portano da nessuna parte. Inoltre, con il rinnovamento della versione di Android, ci saremmo aspettati un cambiamento anche nelle app come la galleria, la fotocamera o il file manager che sono rimasti praticamente identici ad Android KitKat. Qui in basso, invece, i risultati ottenuti in un benchmark con Antutu.

x-elephone-p7000-software-5

Autonomia 

Buona, invece, la batteria da 3540 mAh. Durante l’utilizzo quotidiano quasi vi dimenticherete delle prese di corrente, perchè con la batteria in dotazione all’Elephone P7000 probabilmente riuscirete anche ad oltrepassare la giornata di utilizzo. Nei nostri test, infatti, lo smartphone è arrivato a notte inoltrata con ancora un bel po’ di batteria a disposizione per affrontare la notte in standby ed un’altra mezza giornata.

4-5 ore di schermo, dunque, senza problemi anche se, secondo noi, verrà rilasciato un aggiornamento che correggerà e che migliorerà alcuni aspetti della batteria (secondo i grafici, infatti, il telefono inattivo consuma più di quando è acceso). 

Conclusioni 

Certo, Elephone P7000 senza dubbio non gode di ottime performance come ci saremmo aspettati, tanto che le nostre speranze erano più che buone. Ci saremmo aspettati uno smartphone piuttosto interessante, ma invece siamo di fronte ad un prodotto interessante solo per i geek  per chi mastica tecnologia ed Android. 

Ovviamente, però, con poco più di 200€un dispositivo interessante e per gli utenti non eccessivamente pignoli ed esigenti, l’Elephone P7000 si presenta come un dispositivo molto appetibile.Siamo fiduciosi, però, per quanto riguarda gli aggiornamenti, aspetto per cui Elephone si è sempre dimostrata seria e puntuale. Staremo a vedere, dunque, nelle prossime settimane come si evolverà. 

xlogo.png.pagespeed.ic.PJsrBB8C15

 

Pro

  • Autonomia
  • Prezzo

Contro

  • Display poco luminoso
  • Software con qualche bug

Se facessimo un sondaggio, probabilmente Elephone P7000 è lo smartphone cinese che nelle ultime settimane sta riscuotendo più interesse tra gli utenti smanettoni e nei forum di mezzo mondo. Il perchè è molto semplice: meno di 200 euro per portarsi a casa uno smartphone con 3GB di ram, octa-core, display FullHD e sensore biometrico per lo sblocco del dispositivo.Ma in realtà ciò che conta, e lo sappiamo benissimo, non sono sempre l'hardware e la potenza pura del dispositivo, se dietro a tutto questo non c'è una buona ottimizzazione ed altri piccoli accorgimenti che il produttore, in questo caso Elephone, dovrebbe migliorare. Video recensione Come di consueto,…

Score

Hardware - 8
Design e materiali - 7
Display - 6.5
Multimedia - 6.5
Fotocamera - 7
Autonomia - 8
Software - 6.5

7.1

Da "rivedere"

Conclusione : Uno smartphone che ha deluso le aspettative, ma che comunque non è niente male.

7

SCELTI DA NOI PER TE