Home > Smartphone Android > LG annuncia lo sviluppo di device Triple-SIM

LG annuncia lo sviluppo di device Triple-SIM

LG-MediaTek

LG ha pronto un piano aziendalistico per rilanciare il proprio marchio e sfruttare il momento positivo sul mercato favorito della collaborazione con Google per lo sviluppo del Nexus 4, che si è rivelato un successo da bissare col prossimo Nexus 5, ed uno dei passi che il produttore coreano avrebbe in mente è lanciare uno smartphone dotato di tecnologia Triple-SIM.

Questo è in sintesi quanto ufficializzato dalla stessa azienda a seguito di un comunicato stampa, rilasciato in giornata, nel quale sono stati svelati obiettivi e modalità per lo sviluppo di un device che sarebbe unico nel suo genere ed il primo di una lunga generazione d’imitazione qualora il brevetto avesse successo, con soddisfazione non solo sua ma anche di MediaTek, il partner col quale è stato avviato:

“Sulla scia del successo del suo popolare predecessore dual-SIM, 3G, la tecnologia Triple-SIM consente per tre schede SIM per essere utilizzati contemporaneamente. Ciascuno può ricevere chiamate, trasmettere dati, inviare messaggi SMS e di rimanere in modalità standby contemporaneamente senza consumare eccessiva durata della batteria. Una caratteristica fondamentale della soluzione Triple-SIM 3G è il suo elevato livello di stabilità, che impedisce il verificarsi di cadute o di scarsa qualità, e ribadisce la reputazione di MediaTek come produttore leader di tecnologie chipset multi-SIM.”

L’idea, come svelato in queste righe è infatti molto semplice ma ugualmente geniale e vedrebbe il riutilizzo del brevetto Dual-SIM adattato però per l’uso simultaneo di 3 diverse schede telefoniche sfruttando il supporto dei chip MediaTek, che dovrebbe fornire nello sviluppo la sua competenza in materia.

Difficile capire se sia o meno la strada giusta, considerando come ad oggi lo stesso Dual-SIM divida l’opinione pubblica ed i mercati stessi, con un netto dominio su quello asiatico al quale si contrappone lo scarso rendimento in quello europeo, ma staremo a vedere se LG avrà avuto ragione con questo azzardo.