Home > News su Android, tutte le novità > Zoom passa al “lato oscuro” con l’ultimo aggiornamento per Android

Zoom passa al “lato oscuro” con l’ultimo aggiornamento per Android

Zoom crittografia end-to-end AES 256

Gli sviluppatori di Zoom, l’applicazione che è entrata prepotentemente nella collettività nel periodo del lockdown grazie alla capacità di organizzare delle video riunioni fra più persone, hanno rilasciato un nuovo aggiornamento (dopo quello che ha portato la crittografia end-to-end) per la loro app Android introducendo, fra le altre cose, il supporto alla Dark Mode.

Una volta scaricato l’aggiornamento, l’app di Zoom seguirà le impostazioni di sistema per quanto riguarda il tema. Ciò significa che se è impostata la Dark Mode a livello di sistema, anche Zoom verrà mostrata col tema scuro e viceversa. Purtroppo ciò significa anche che il supporto alla Dark Mode per l’app necessita di Android 10 o successivi.

Oltre al supporto alla Dark Mode, il changelog ufficiale dell’aggiornamento recita:

  • Mostra il nome dell’annotatore per impostazione predefinita
  • Funzioni di riunione
    • Reazioni di incontro aggiuntive
    • Attiva le proporzioni per i feed video
  • Funzionalità di chat
    • Invita membri per canale o organizzazione
    • Insonorizza le notifiche dei canali
    • Migliorata interfaccia utente della chat
  • Funzionalità del telefono
    • Trasferisci la chiamata a qualsiasi riunione
    • Visualizza le trascrizioni delle registrazioni delle chiamate
  • Caratteristiche generali
    • Sezione di sicurezza durante la pianificazione di una riunione
    • Supporto modalità scura
  • Problemi risolti
    • Correzioni di bug minori

Nel caso non aveste ancora ricevuto la notifica di aggiornamento di Zoom sul vostro smartphone o tablet Android o nel caso voleste scaricarla per la prima volta, vi basterà cliccare sul link sottostante che vi riporterà direttamente sulla pagina dedicata del Play Store di Google:

In alternativa, potete scaricare il file APK da poter installare manualmente previa concessione dell’autorizzazione al browser web per l’installazione di app provenienti da fonti sconosciute, ovvero tutte quelle scaricate al di fuori del Play Store:

VIA