Home > Smartphone Android > Motorola Moto X+1 avrà la scocca in pelle

Motorola Moto X+1 avrà la scocca in pelle

motorola_moto_x+1_insert_home

Alcuni giorni fa vi avevamo già parlato a riguardo della possibilità di vedere entro l’anno in corso l’uscita del Motorola Moto X+1, che andrebbe a sostituire l’attuale smartphone top di gamma dell’azienda statunitense con il marchio alato, Moto X, ottimo dispositivo del quale potete leggere la nostra recensione.

motorola_moto_x+1_insert_home

A parte il fatto che sarà animato dal sistema operativo del robottino verde Android non sappiamo ancora nulla sulle possibili caratteristiche tecniche che l’azienda statunitense, da qualche mese passata dalle mani di Google a quelle di Lenovo, adotterà per il Motorola Moto X+1, piuttosto nelle ultime ore ci arrivano indiscrezioni da parte del noto e spesso affidabile leaker @evleaks a riguardo dei materiali che saranno utilizzati per lo smartphone.

Motorola Moto X+1: la possibile lista completa dei materiali per personalizzarlo

Come possiamo vedere dall’immagine che segue, postata da @evleaks sul proprio profilo del social network  Twitter, vediamo una lunga e dettagliata lista di materiali e rispettive varianti di colore che, grazie al servizio di Moto Maker, potrebbero permetterci di personalizzare il Motorola Moto X+1.

motorola_moto_x+1_insert

Nella lista dei presunti materiali che ci permetteranno di personalizzare il Motorola Moto X+1, come possiamo vedere, troviamo anche l’opzione Leather, che significa pelle, già preannunciata per l’attuale Moto X.

Vi ricordiamo, a riguardo, che il servizio di personalizzazione di Moto Maker è, per adesso, disponibile solo per il mercato degli Stati Uniti, ma che ben presto, come annunciato, dovrebbe debuttare anche in Europa e, magari, potrebbe succedere proprio in occasione dell’uscita del Motorola Moto X+1.

Per adesso non abbiamo ulteriori informazioni a riguardo del Motorola Moto X+1, ma siamo certi che nelle prossime settimane nuove indiscrezioni non tarderanno ad arrivare e, chissà, magari anche qualche conferma ufficiale a riguardo del successore dell’attuale smartphone top di gamma griffato con il marchio alato che, nonostante un comparto hardware morigerato, ci ha offerto ottime performance grazie al  buon lavoro di ottimizzazione svolto dal produttore.

Via