Home > News su Android, tutte le novità > I grossi licenziamenti di Google mettono a rischio il progetto Fuchsia OS

I grossi licenziamenti di Google mettono a rischio il progetto Fuchsia OS

Google Fuchsia OS

Sembra che parte dei grossi licenziamenti di Google hanno riguardato il team di sviluppo che si occupa di Fuchsia OS.

Quando la società madre di Google, Alphabet, ha annunciato senza tante cerimonie che avrebbe tagliato 12.000 posti di lavoro questa settimana, è stata inquadrata come una riduzione del 6% probabilmente concentrata sulle posizioni amministrative e un’ondata di assunzioni effettuate durante la pandemia di COVID. Ma i rapporti successivi su dove sono effettivamente avvenuti i tagli all’interno dell’azienda indicano che l’azienda sta riducendo la sua esposizione a progetti rischiosi e ambiziosi. E quale progetto più ambizioso di Fuchisa OS?

Potrebbe anche ridurre una futura scommessa sul software mentre continua a supportare la sua fiorente divisione hardware. Quando si tratta di Google e dei sistemi operativi, potresti considerare ChromeOS e soprattutto Android come i suoi obiettivi principali. Ma la società ha anche sviluppato un altro sistema operativo chiamato Fuchsia OS: il suo contorto percorso di sviluppo negli ultimi anni l’ha portato ad alimentare altoparlanti Nest e smart display negli ultimi tempi, distribuiti tramite aggiornamenti software.

Si diceva anche che la creazione di Fuchsia OS allontanasse Google dalle sue eterne trappole legali con Oracle non presentando il codice Java. Ma sembra che la compagnia anticiperà ulteriormente un pieno abbraccio di Fuchsia OS, se mai fosse nelle carte.

Sia il New York Times che 9to5Google riferiscono che almeno il 16% del team di 400 persone che lavorava su Fuchsia OS è stato licenziato questa settimana e che in futuro potrebbero arrivare altri tagli. L’impatto proporzionalmente fuori misura sul gruppo è una sorpresa, soprattutto perché il sistema operativo Fuchsia OS dovrebbe essere presente per la prima volta fuori dagli schemi su un prossimo prodotto per la casa intelligente di Google.

Non si sa se i licenziamenti influenzeranno l’arrivo di questo prodotto. Nel frattempo, Bloomberg riferisce che l’incubatore Moonshot Area 120 è stato sostanzialmente sventrato, pochi mesi dopo che Google aveva già tagliato i fondi per il gruppo. Di recente abbiamo riferito di un progetto di Area 120, Mineral, diventato una società Alphabet a tutti gli effetti mentre solo tre progetti rimangono nella divisione con tutti gli altri chiusi.

Altri giganti della tecnologia hanno tagliato il libro paga nelle ultime settimane con il CEO di Amazon che ha dichiarato in un promemoria aziendale all’inizio di questo mese che terminerà 18.000 lavoratori nelle settimane a venire: la piattaforma di e-commerce aveva già tagliato 10.000 dipendenti a novembre. Questo è stato seguito da Microsoft che ha annunciato che avrebbe licenziato 10.000 dei suoi lavoratori.

Apple ha in gran parte evitato di annunciare riduzioni della forza lavoro su larga scala, sebbene AppleInsider stia sentendo parlare di associati al dettaglio non Apple Store che ricevono i loro avvisi.

via