Home > News su Android, tutte le novità > Android 13 supporterà finalmente il file system exFAT

Android 13 supporterà finalmente il file system exFAT

Android 13

Dopo mille peripezie, Android 13 introdurrà finalmente il supporto nativo per il file system exFAT.

Se possedete un dispositivo Android non Google e vi capita di utilizzare unità exFAT con esso, potreste chiedervi di cosa si tratta. La storia che porta al supporto ufficiale su Android 13 parte da Microsoft, creatore di exFAT nel 2006 e, quindi, il suo proprietario, che sta ricevendo dei pagamenti da alcune aziende per supportare il file system in modo che il loro hardware potesse funzionare con l’ampia gamma di accessori formattati in exFAT. Samsung è stato uno degli OEM che ha pagato per il supporto e successivamente hanno sviluppato un driver exFAT.

Una volta che Microsoft ha reso pubblico exFAT nel 2019 e ha incoraggiato la sua integrazione in Linux, la comunità del kernel ha iniziato a lavorare su come farlo. Il driver exFAT di Samsung è stato modificato e alla fine è stato scelto per essere inserito in Linux 5.7. Lo sviluppo del kernel Android e gli sviluppatori lungo la catena non amano dover saltare le versioni così rapidamente, preferendo mantenere il supporto a lungo termine per qualsiasi versione particolare per garantire una piattaforma più stabile.

A quel punto, l’Android Common Kernel gestito da Google era basato su Linux 5.4 e non è stato fino al 5.10 che avrebbe formato un nuovo ramo. In ogni caso, i dispositivi Android 12 basati sul kernel 5.10 supportano tecnicamente il montaggio e lo smontaggio di exFAT.

Ed è così che Android 13 è arrivato a supportare exFAT (almeno ufficialmente): alcuni sviluppatori di kernel personalizzati sono stati apparentemente in grado di patchare il check-out binario del driver exFAT, quindi potrebbe teoricamente essere riportato a una build precedente di Android.

Ad un certo punto, altri OEM saranno in grado di adattare il supporto exFAT direttamente da AOSP una volta che Google esporterà le modifiche da Android 13.

Ricordiamo che Android 13 restringerà ulteriormente il sideload di APK e che supporterà i DNS over HTTPS.

VIA