Home > News su Android, tutte le novità > Android 11 installato sul 24,3% degli smartphone

Android 11 installato sul 24,3% degli smartphone

Android

Google è stato abbastanza parsimonioso nel distribuire i dati di installazione della versione Android dalla sua ultima dashboard regolare avvenuta nel 2018 e, nel periodo precedente, i rapporti erano diventati sempre più tardivi. Oggi sembra essere il giorno, però, in cui ha deciso di pubblicare nuovi numeri.

Il rapporto, pubblicato su Android Studio, indica che 14 mesi dopo il rilascio, Android 11 ha una quota di piattaforma del 24,3%. Android 10 ha ancora la maggioranza con il 26,5%. Android 9 Pie ha ottenuto il terzo posto con il 18,2%. Android 12, uscito ad ottobre, deve ancora registrare una lettura.

  • 4.1 Jelly Bean 16 0,2%
  • 4.2 Jelly Bean 17 0,3%
  • 4.3 Jelly Bean 18 0,1%
  • 4.4 KitKat 19 1,4%
  • 5.0 Lollipop 21 0,7%
  • 5.1 Lollipop 22 3.2%
  • 6 Marshmallow 23 5.1%
  • 7.0 Nougat 24 3.4%
  • 7.1 Nougat 25 2,9%
  • 8.0 Oreo 26 4,0%
  • 8.1 Oreo 27 9,7%
  • 9 Pie 28 18,2%
  • 10 Q29 26,5%
  • 11R30 24,3%

La tabella viene mostrata quando gli sviluppatori creano un nuovo progetto in Android Studio e determinano quale versione dell’API scegliere come target.

I numeri di distribuzione sono stati riportati l’ultima volta ad aprile 2020, maggio 2019 e ottobre 2018.

Il rapporto di ottobre 2018 fornisce un buon analogo per confrontare i tassi di adozione per una versione di Android di 14 mesi vecchia. Allora, Android 8.0 e 8.1 Oreo avevano una quota combinata del 21,5% (rispettivamente 14% e 7,5%), che riflette un guadagno di 2,8 punti percentuali da parte di Android 11 con un margine di errore attribuibile al periodo del mese in cui questi dati sono stati raccolti. Detto questo, nel 2018 Oreo era dietro il suo predecessore Android 7 e 7.1 Nougat come versione più utilizzata del 6,7% in quella lettura. Adesso, Android 11 segue Android 10 solo del 2,2%.

Google ha propagandato Android 11 come la versione adottata più velocemente, battendo a malapena la linea di tendenza di Android 10. Ciò è avvenuto solo 2 mesi dopo il rilascio, tuttavia: gli OEM di terze parti (il più grande dei quali è Samsung) tendono rilasciare gli aggiornamenti del sistema operativo ai loro dispositivi più popolari a partire dal terzo mese e questi rappresentano i maggiori aumenti dei tassi di adozione.

VIA