Home > News su Android, tutte le novità > Qualcomm Snapdragon 778G ufficiale: 6nm per la fascia media e con supporto 5G

Qualcomm Snapdragon 778G ufficiale: 6nm per la fascia media e con supporto 5G

Qualcomm Snapdragon 778G

Qualcomm si sta facendo sempre più prendere la mano e, dopo aver esteso a più non posso la propria serie di chipset di fascia media, continua a rilasciarne di nuovi creando ancora più confusione. Stavolta si tratta del Qualcomm Snapdragon 778G, versione in “miniatura” dello Snapdragon 780 con pieno supporto al 5G.

Questo SoC condivide il DNA con la piattaforma Snapdragon 780G annunciata all’inizio di quest’anno. In realtà, è difficile trovare le differenze tra i due. Uno dei motivi principali dell’esistenza del nuovo chip è combattere la carenza di silicio che sta affliggendo l’industria negli ultimi due mesi. L’unica vera differenza la si ha nel nodo produttivo: mentre lo Snapdragon 780G è prodotto a 5nm, lo Snapdragon 778G è un chip da 6 nm e molto probabilmente verrà prodotto in una fonderia diversa per far fronte alla carenza.

Lo Snapdragon 778G è dotato della stessa unità ISP Spectra 570 presente nel 780G. È un sistema potente che consente di acquisire ed elaborare le informazioni da un massimo di tre fotocamere contemporaneamente, e questo include sia immagini fisse che video. I telefoni dotati di SD 778G saranno anche in grado di registrare video 4K HDR10+ con colori, contrasto e dettagli migliorati.

Nel reparto AI, la piattaforma Snapdragon 778G si affida al processore Hexagon 770 in grado di fornire fino a 12 TOP. In pratica, questo significa una migliore fotografia computazionale come la riduzione del rumore, l’unione delle immagini in modalità notturna e altro ancora.

Il Qualcomm Snapdragon 778G è anche certificato Elite Gaming, il che significa che i giocatori saranno lieti di ottenere piccole caratteristiche ingegnose come Variable Rate Shading (VRS) e Game Quick Touch anche sui dispositivi di fascia media. La GPU Adreno 642L è forse l’unica componente di cui non conosciamo ancora le reali potenzialità ma dovrebbe offrire prestazioni migliorate fino al 40% rispetto al suo predecessore, l’Adreno 620, almeno sulla carta.

Il nuovo chipset supporta la connettività mmWave e sub-6 5G grazie al sistema integrato Snapdragon X53 5G Modem-RF. Il sistema di connettività FastConnect 6700 poi consente velocità Wi-Fi 6 multi-gigabit (fino a 2,9 Gbps), e c’è anche il supporto Bluetooth 5.2 a bordo.

L’arrivo del Qualcomm Snapdragon 778G è previsto per il Q2 2021 a bordo di smartphone Honor, Xiaomi, OPPO, Realme e Motorola.

VIA