Home > News su Android, tutte le novità > WhatsApp permetterà di migrare i dati da Android a iOS (e viceversa)

WhatsApp permetterà di migrare i dati da Android a iOS (e viceversa)

WhatsApp limite inoltro messaggi

WhatsApp memorizza più dati localmente sullo smartphone (o sul cloud) rispetto alla maggior parte degli altri servizi di messaggistica, il che presenta alcuni svantaggi. Le cronologie delle chat vengono conservate sul telefono e, sebbene sia possibile eseguire facilmente il backup dei dati, non esiste un metodo ufficiale per spostare le chat tra dispositivi Android e iOS. Di fatto, su Android il backup avviene grazie a Google Drive mentre su iOS ci si affida ad iCloud (per il momento senza crittografia, anche se l’azienda sta lavorando per implementarla).

Per fortuna, ciò potrebbe cambiare presto. WhatsApp ha lavorato sul supporto multi-dispositivo per un po’ di tempo, il che consentirebbe di inviare e ricevere messaggi da qualsiasi telefono, tablet o PC, come quasi tutti gli altri servizi di messaggistica. Spostare le chat tra piattaforme diverse è una componente essenziale di quella funzionalità e ora la sembra essere in fase di sviluppo.

WABetaInfo ha scoperto la pagina delle informazioni della feature nell’app iOS, ma non funziona ancora. Non è ancora chiaro quando la funzionalità sarà disponibile, ma sarà sicuramente una caratteristica popolare per chiunque desideri cambiare ecosistema mobile.

WhatsApp ha già affermato che qualsiasi mezzo non ufficiale per spostare le cronologie delle chat tra piattaforme, che di solito coinvolge app client di terze parti, è contrario ai termini di servizio dell’azienda e può comportare la sospensione dell’account, per non parlare del fatto che mina la sicurezza e la privacy delle chat (ricordiamo che WhatsApp non può in alcun modo accedere al contenuto delle chat in quanto crittografate E2E).

WhatsApp ha implementato molte altre funzionalità negli ultimi mesi, in parte in risposta al massiccio boom delle piattaforme di messaggistica (soprattutto chat audio / video) che si è verificato durante tutto il 2020. Le chiamate audio e video sono arrivate nell’app Web e PC a marzo (insieme all’obbligo dell’autenticazione a due fattori), sono arrivate nuove opzioni per lo sfondo a dicembre, mentre i messaggi effimeri sono stati lanciati a novembre.

VIA

SCELTI DA NOI PER TE