Home > News su Android, tutte le novità > Google specifica i requisiti minimi per gli smartphone “Daydream ready”

Google specifica i requisiti minimi per gli smartphone “Daydream ready”

Google Daydream View

Al fine di usufruire di un’esperienza il più fluida possibile, Google non permette a tutti gli smartphone di usufruire della piattaforma Daydream. Infatti, sono necessari dei requisiti minimi utili a garantire un livello di prestazioni accettabile. Nelle scorse ore Google ha chiarito questi requisiti attraverso una lista ufficiale.

Per poter utilizzare la piattaforma Daydream VR, è necessario disporre di uno smartphone con:

  • Almeno 2 core fisici;
  • Supporto alla modalità “prestazioni sostenute”;
  • Supporto obbligatorio alle API Vulkan di livello 0 e supporto consigliato alle API Vulkan di livello 1;
  • Supporto obbligatorio alla decodifica hardware per i video in H.264 in 4K con 30 fps medi e bitrate di 40 Mbps;
  • Supporto obbligatorio ai codec HEVC e VP9 con decodifica minima di file a 1080p con 30 fps di media e bitrate di 10 Mbps e supporto consigliato alla decodifica in 4K con 30 fps di media e bitrate di 20 Mbps;
  • Altamente consigliato il supporto aandroid.hardware.sensor.hifi_sensors;
  • Presenza obbligatoria di giroscopio, accelerometro, megnetometro;
  • Presenza obbligatoria di un display tra 4,7 e 6 pollici con risoluzione almeno 1080p (altamente consigliato QHD o più alto) e supporto all’aggiornamento a 60Hz;
  • La latenza massima del display deve essere di 3 ms;
  • Supporto obbligatorio al Bluetooth 4.2.

Questi sono solo i punti più importanti ma la lista completa ne conta molti di più. Essa è disponibile a questo link.

VIA

SCELTI DA NOI PER TE