Home > News su Android, tutte le novità > Huawei chiude il programma di sblocco del bootloader

Huawei chiude il programma di sblocco del bootloader

Huawei Mate 10 Pro

Forse non tutti sapevano che fino a qualche giorno fa Huawei concedeva ai propri utenti dei tool ufficiali per permettere lo sblocco del bootloader dei propri smartphone. Per questa ragione Huawei (e di conseguenza Honor) è stata una delle aziende più popolari sul fronte modding. Tuttavia, il colosso cinese ha cambiato idea e, con un annuncio ufficiale, ha indicato la chiusura del programma.

Gli strumenti per lo sblocco del bootloader sono ancora online ma fino al 24 Luglio. L’intento di Huawei è quello di innalzare la sicurezza dei propri smartphone limitando le possibilità di accesso al core del firmware agli utenti.

 

Eseguendo l’accesso sul sito Web con il vostro ID Huawei e immettendo le informazioni del telefono, la società vi fornisce un codice da inserire nel comando di sblocco, ad es. fastboot oem unlock XXXXXXX. Qualsiasi telefono o tablet rilasciato dopo oggi, 24 maggio, non avrà diritto a un codice; i dispositivi venduti prima di oggi hanno sessanta giorni prima di essere dichiarati non idonei.

L’importante distinzione qui è che se si acquista, ad esempio, un P20 Pro domani, si avrà ancora cinquantanove giorni per sbloccare il bootloader; d’altra parte, il Mate 11 (o qualsiasi altra cosa) rilasciato in autunno non sarà sbloccabile.

C’è da dire che la decisione di Huawei non sembra definitiva, come si evince da un tweet successivo.

 

VIA