Home > News su Android, tutte le novità > Google Pay rende obbligatoria la 2FA

Google Pay rende obbligatoria la 2FA

Autenticazione a due fattori 2FA

L’abilitazione dell’autenticazione a due fattori per la stragrande maggioranza dei tuoi account online è il minimo indispensabile al giorno d’oggi (soprattutto per quei servizi che gestiscono informazioni sensibili come quelli finanziari). Google ha ormai abilitato di default la 2FA in tutti i nuovi account che vengono creati e, a partire da dicembre, chi vorrà visitare il sito web di Google Pay dovrà obbligatoriamente avere attiva la 2FA (attraverso SMS, TOTP o chiave di sicurezza) per “visualizzare tutte le informazioni di pagamento”.

Più sicurezza per accedere ai dati di Google Pay

Il sito pay.google.com ti consente di visualizzare l’Attività di acquisto recente su YouTube, Google Play Movies (che deve ancora essere rinominato in Google TV), “Google Play Apps” (inclusi gli IAP), Google Store e Play Books. C’è anche una scheda Abbonamenti e servizi per cose come Google One, Fitbit Premium e Nest Aware, nonché da app di terze parti che utilizzano la fatturazione di Google Play e la possibilità di vedere quelle che hai annullato.

Altri aspetti di questa pagina includono i metodi di pagamento per visualizzare le carte di credito/debito salvate, il saldo di Google Play e il credito di Google Store. Indirizzi e impostazioni, che includono le impostazioni sulla privacy, completano la pagina.

La visita odierna di pay.google.com rivela un banner giallo: “A partire dal 9 dicembre, aumenteremo la sicurezza dell’account richiedendo la verifica in due passaggi per visualizzare le informazioni di pagamento. Per garantire l’accesso continuo alle tue informazioni di pagamento, imposta la verifica in due passaggi, se non l’hai già fatto“.

Questo messaggio per la 2FA viene visualizzato per tutti i visitatori di Google Pay, anche se il tuo account è protetto. Abbiamo contattato Google per ulteriori dettagli, ma sembra che pay.google.com richieda al tuo account di verificare i tentativi di accesso prima di poter visualizzare dati sensibili. Questo presumibilmente si riferisce alla scheda Metodi di pagamento e possibilmente alle impostazioni.