Home > News su Android, tutte le novità > Android Studio “Dolphin” ufficiale | Novità

Android Studio “Dolphin” ufficiale | Novità

Android Studio Dolphin 2021.3.1

Android Studio torna con un nuovo aggiornamento stabile, il quarto importante dal rinnovamento del 2021 che ha trasformato la progressione dei numeri di versione in una serie di animali in ordine alfabetico. Pertanto, stiamo esaminando “D” per “Dolphin” e un sacco di miglioramenti ai flussi di lavoro per lo sviluppo di Wear OS e Jetpack Compose. 

Con Android Studio Dolphin (2021.3.1) arriva l’aggiornamento IntelliJ 2021.3 che include una versione beta della piattaforma di sviluppo remoto di IntelliJ, il dimensionamento dei caratteri di tutte le schede e altro supporto Markdown tra molte altre cose.

Se utilizzi dispositivi virtuali tramite Gradle, anche questo è stato migliorato per consentire agli sviluppatori di programmare e coordinare i loro dispositivi virtuali per poter testare su ordinazione.

Se disponi di animazioni con updateTransition e AnimatedVisibility, puoi scorrere i fotogrammi chiave o l’intera sequenza temporale con il nuovo ispettore Anteprima di Jetpack Compose. E se stai generando regolarmente schermate di anteprima con @Preview, ora puoi definire una classe di annotazione che genererà automaticamente quelle anteprime senza dover incollare quegli otto caratteri tutto il tempo.

Infine, Layout Inspector ora include un pratico contatore di ricomposizione per quando sospetti che la tua interfaccia si stia aggiornando un po’ troppo velocemente.

Wear OS 3 è ancora in arrivo (nonostante ciò che puoi ottenere da Samsung con i suoi Galaxy Watch), quindi Android Studio sta ancora rispondendo alle esigenze degli sviluppatori qui. Fra le novità questa volta, abbiamo un assistente di accoppiamento che ti aiuterà ad accoppiare un telefono fisico a un orologio virtuale senza ADB.

Se stai eseguendo quell’orologio in emulazione, la barra degli strumenti è stata aggiornata con azioni appropriate al modulo, come la pressione dei pulsanti laterali o il palmo della copertura a schermo intero. E se hai un’app con complicazioni complesse, ci sono nuove configurazioni di esecuzione/debug che puoi eseguire per risolvere i nodi prima di inviare un aggiornamento in tempo reale.

VIA