Home > News su Android, tutte le novità > Samsung Galaxy S23 Ultra, nuovi dettagli sulla fotocamera da 200MP

Samsung Galaxy S23 Ultra, nuovi dettagli sulla fotocamera da 200MP

Samsung Galaxy S22 Ultra
concept

Il Samsung Galaxy S23 Ultra dovrebbe essere dotato di un sensore della fotocamera da 200 MP, ma finora non abbiamo appreso molto altro oltre a quella statistica attraverso le prime fughe di notizie e voci. Ora, un nuovo rapporto ci fornisce un po’ più di contesto sulla fotocamera e proviene dalla stessa fonte da cui sono state fornite le voci iniziali.

Secondo Ice Universe, il Samsung Galaxy S23 Ultra sarà dotato di un sensore ISOCELL da 200 MP con una dimensione del sensore da 1/1,3″. Avrà anche una dimensione pixel di 0,6 μm con un’apertura f/1,7. L’S22 Ultra presenta un fotocamera principale da 108 MP con pixel da 0,8 μm e apertura f/1,8, quindi è probabile che si tratti di un aggiornamento rispetto alla generazione precedente.

È interessante notare che questo modulo ISOCELL sarà diverso dalle opzioni attualmente disponibili, con delle caratteristiche da qualche parte tra ISOCELL HP1 e HP3. Alcuni hanno ipotizzato che si tratti di un ISOCELL HP2 non ancora rilasciato. Come sempre, prendi queste voci con il beneficio del dubbio in quanto non vi è alcuna garanzia che sono accurate, ma Ice Universe ha una solida storia di indiscrezioni corrette, quindi è possibile che questi dettagli siano corretti.

La fonte afferma anche che il design della fotocamera principale sarà lo stesso del Galaxy S22 Ultra. Come notato in precedenza da Ice Universe, le dimensioni della serie Galaxy S23 sono quasi identiche alla serie Galaxy S22 che l’ha preceduta. Sembra che Samsung adotterà il design esatto della fotocamera con la nuova tecnologia.

Non ci aspettiamo di sentire nulla di ufficiale sulla serie Samsung Galaxy S23 fino all’inizio del 2023. Ci aspettiamo tre telefoni che potrebbero essere dotati del chipset Qualcomm di nuova generazione di cui prevediamo di sentire parlare entro la fine di quest’anno (anche quelli che verranno venduti in Italia), per non parlare della sua tecnologia di rilevazione delle impronte digitali ad ultrasuoni.

VIA