Home > News su Android, tutte le novità > OnePlus 10T, aggiornamento ad OxygenOS A.07 e rilascio dei sorgenti kernel

OnePlus 10T, aggiornamento ad OxygenOS A.07 e rilascio dei sorgenti kernel

OnePlus 10T

Finora OnePlus ha svolto un ottimo lavoro nel rilasciare aggiornamenti software per il nuovo OnePlus 10T. La società ha già rilasciato due aggiornamenti con una serie di correzioni di bug e miglioramenti della sicurezza, e ora ne sta lanciando un terzo con alcune ottimizzazioni della fotocamera e le patch di sicurezza di agosto 2022.

Tutti e tre questi aggiornamenti dovrebbero essere disponibili sul tuo dispositivo quando lo estrai per la prima volta dalla scatola. Il nuovo aggiornamento OxygenOS A.07 ha iniziato a essere implementato su OnePlus 10T alcuni giorni fa e ora è disponibile anche per le varianti dell’UE. L’aggiornamento porta le patch di sicurezza Android per agosto 2022, miglioramenti della stabilità della rete e ottimizzazioni della fotocamera per determinati scenari.

Download codici sorgente di OnePlus 10T

Insieme all’aggiornamento, OnePlus ha anche rilasciato i sorgenti del kernel per OnePlus 10T. Gli sviluppatori di terze parti possono trovare i sorgenti del kernel nella pagina dedicata su GitHub.

Per chi non lo sapesse, la pubblicazione dei sorgenti kernel è un passo obbligatorio per tutti i produttori che vogliono usare il sistema operativo Android, visto che quest’ultimo è utilizzabile liberamente ma solo attraverso la licenza GPLv3.

Google prende una versione principale del kernel Linux e poi la modifica per supportare l’ultima versione di Android, chiamandola “kernel comune Android”. I produttori di chipset prendono quindi il kernel comune Android e lo modificano ulteriormente per creare un kernel specifico per i propri SoC. Gli OEM prendono quindi il kernel specifico del SoC e apportano ulteriori modifiche per supportare il loro hardware o i componenti del fornitore extra: questo è un kernel specifico del dispositivo ed è quello che viene pubblicato da ogni produttore.

Considerando che ad ogni versione di Android le modifiche cambiano, la pubblicazione dei sorgenti kernel deve avvenire ad ogni aggiornamento del sistema operativo che il produttore rilascia.

Sebbene l’utente normale non abbia modo di trarre vantaggio in maniera diretta dalla pubblicazione dei sorgenti kernel di uno smartphone, coloro che sono interessati alla compilazione di custom ROM e custom kernel possono ottimizzare in maniera migliore il proprio lavoro.