Home > News su Android, tutte le novità > Microsoft, in rilascio Outlook Lite per smartphone di fascia bassa

Microsoft, in rilascio Outlook Lite per smartphone di fascia bassa

Outlook Lite

La straordinaria apertura e versatilità di Android significano che è adottato da quasi tutte le società di smartphone non chiamate Apple. Il risultato? Un sistema operativo distribuito così ampiamente nelle fasce di prezzo che esistono molti dispositivi che potrebbero non gestirlo al meglio. Nonostante l’enorme aumento della potenza di elaborazione nell’ultimo decennio, alcune app Android continuano a non funzionare correttamente sui dispositivi entry-level, aprendo la strada alle loro versioni lite che consumano meno spazio di archiviazione e riducono le risorse. Ora, Microsoft sta cercando di coinvolgere più utenti nel suo servizio di posta elettronica attraverso lo stesso approccio. Una nuova voce sulla roadmap di Microsoft365 rivela che una versione Lite di Outlook è in lavorazione e sarà resa ampiamente disponibile entro la fine di luglio su Android.

La sua breve descrizione afferma che Outlook Lite sarà “un’app Android che offre i principali vantaggi di Outlook in un’app di dimensioni ridotte con prestazioni rapide per dispositivi di fascia bassa su qualsiasi rete“. In particolare, ZDNet segnala che l’app esiste già in alcuni paesi, quindi è probabile che la voce riguardi in realtà una versione più ampia.

Google ha già una versione annacquata della sua app principale chiamata Gmail Go (lanciata nel 2018), che l’anno scorso ha superato i 500 milioni di download sul Play Store, nonostante non sia disponibile per gran parte degli utenti Android: viene fornita solo con dispositivi Android Go.

Non sarebbe esagerato dire che vedendo il successo avuto nel corso degli ultimi 4 anni da questa app di Google, Microsoft ha tratto ispirazione e immaginato lo stesso per Outlook. Outlook è uno dei client di posta elettronica più popolari su Android, con oltre 500 milioni di download, ma è ancora sminuito dalla cifra sbalorditiva di 10 miliardi di Gmail: la versione Lite dovrebbe aiutare a colmare un po’ il divario.

VIA