Home > News su Android, tutte le novità > Il nuovo Moto Razr “Maven” si mostra in un video leaked

Il nuovo Moto Razr “Maven” si mostra in un video leaked

Moto Razr Maven

Sono passati un paio d’anni da quando Motorola ha rilasciato la variante 5G del suo pieghevole Moto Razr. Da allora, i gli smartphone pieghevoli sono passati da idee intriganti non ancora pronte per il quotidiano a prodotti raffinati venduti a milioni, specialmente nel caso di Samsung. Il Moto Razr di terza generazione sembra finalmente fare scalpore e, con l’ultima fuga di notizie, stiamo ottenendo il nostro miglior assaggio del telefono che potrebbe detronizzare il prossimo Galaxy Z Flip4.

Il famoso leaker Evan Blass ha twittato una GIF che mostra il prossimo telefono di Motorola, attualmente nome in codice Maven. La breve clip ci offre alcune informazioni su alcune caratteristiche chiave del dispositivo, incluso il sensore di impronte digitali riposizionato e montato lateralmente sotto il pulsante di accensione.

Sembra molto veloce, passando da un display sempre attivo alla schermata iniziale in una frazione di secondo, con Motorola che sta utilizzando una sorta di skin software questa volta, completa di icone a tema e, sorprendentemente, pulsanti di navigazione dedicati anziché gesture.

Nella GIF trova spazio anche la scocca anteriore ridisegnata quando il dispositivo è chiuso, completa della sua seconda fotocamera esterna ultra-wide da 13 MP. Come con gli ultimi due modelli, il Moto Razr “Maven” ha un piccolo display secondario che mostra l’ora, la data, la barra di stato e le notifiche. Sfortunatamente, la clip termina prima di vedere se quella schermata ha funzionalità extra.

Voci recenti fanno sembrare il Moto Razr come se potesse effettivamente essere in grado di competere con artisti del calibro di Samsung. A differenza dei primi due modelli, Motorola sta utilizzando un processore di punta, lo Snapdragon 8+ Gen 1, piuttosto che i chipset di fascia media utilizzati nel 2020.

Non sarà sufficiente per vincere le guerre dei pieghevoli da solo, poiché la qualità costruttiva e la durata contano tanto in questi giorni quanto la velocità e le specifiche grezze. Ma se Motorola riesce a realizzare un telefono robusto e potente a un prezzo relativamente abbordabile, potrebbe essere sufficiente per conquistare i consumatori.

VIA