Home > News su Android, tutte le novità > Strava porta i Beacon di condivisione della posizione anche agli utenti Free

Strava porta i Beacon di condivisione della posizione anche agli utenti Free

Strava

La differenziazione fra un servizio Free e lo stesso offerto con un abbonamento Premium è necessaria e comprensibile. Tuttavia, quando si tratta di funzioni di sicurezza, a nostro avviso qualsiasi servizio dovrebbe offrirle in maniera indiscriminata sia a coloro che lo utilizzano gratuitamente che a coloro hanno un abbonamento. E questo è proprio quello che ha fatto Strava nelle ultime ore, rendendo la funzione Beacon della posizione live disponibile anche per gli utenti Free.

Strava Free Beacon

Il social network di fitness Strava ha messo a disposizione di tutti gli utenti una delle sue funzioni di sicurezza più utili. A partire da oggi, chiunque, non solo chi ha un abbonamento, può utilizzare la funzione Beacon dell’app per condividere la propria posizione con amici e familiari. Non si tratta di un qualcosa di esclusivo, dal momento che già Google Maps e WhatsApp consentono di usufruire di questa funzione ma è comunque un plus non da poco.

Per abilitare la funzione, basta toccare la scheda “Tu” nella parte inferiore dell’interfaccia principale e quindi l’icona a forma di ingranaggio che appare vicino all’angolo in alto a destra. Una volta entrati nel menu delle impostazioni, scorrere verso il basso fino a visualizzare l’opzione Beacon e attivarla.

Con Beacon è possibile condividere la propria posizione con un massimo di tre persone. Quando si aggiunge un elenco di contatti di sicurezza all’app, Strava avviserà automaticamente quelle persone se si inizia a registrare un’attività. Un’altra opzione è quella di inviare manualmente un collegamento Beacon a un amico o a un familiare se non si desidera inondarli di notifiche ogni volta che si esce per un giro.

Come utente Free, non è possibile utilizzare la funzionalità Beacon tramite un dispositivo connesso come un ciclocomputer Wahoo o un Apple Watch ma solo attraverso lo smartphone. Strava afferma che è qualcosa per cui si ha ancora bisogno di un abbonamento per accedere “a causa della maggiore complessità del supporto di tali integrazioni”.

Un’altra cosa da tenere a mente è che il software condividerà la posizione solo finché si sta registrando un’attività. Ad ogni modo, rendere gratuito uno strumento di sicurezza come Beacon nella maggior parte dei contesti è una buona mossa per Strava, in particolare dopo che la società ha spostato alcune funzionalità precedentemente gratuite dietro un abbonamento (facendo infuriare molti utenti).

VIA

SCELTI DA NOI PER TE