Home > News su Android, tutte le novità > Huawei ci parla del futuro della EMUI

Huawei ci parla del futuro della EMUI

emui-10

Come sicuramente saprete, ogni produttore di smartphone è solito inserire, al di sopra del sistema operativo Android, una propria ROM personalizzata sia nella grafica che nelle funzionalità. Questo è proprio ciò che rende bello e variegato il mondo degli smartphone Android. Per quanto riguarda Huawei la ROM proprietaria si chiama EMUI.

Nelle scorse ore è emersa in rete una sorta di dichiarazione da parte di Chrisophe Coutelle, capo reparto della divisione Device Software Business and Branding di Huawei in cui ci illustra la EMUI 5.0 (ROM implementata negli smartphone aggiornati ad Android 7.0 Nougat), le sue caratteristiche e che cosa ci dobbiamo aspettare in futuro. In particolar modo, ci si è concentrati sulle notifiche e sui molteplici miglioramenti derivanti dall’aggiornamento dalla EMUI 4.1 alla versione 5.0.

I miglioramenti alle notifiche della EMUI 5.0

In pratica, con la versione 4.1 lo scopo principale era quello di limitare al minimo gli sprechi energetici, il che si traduceva in arresti forzati dei processi in background che spesso causavano mancate ricezioni di notifiche. Nella nuova versione, invece, grazie all’introduzione di algoritmi che si basano su processi di machine learning, la EMUI è in grado di imparare nel tempo quali sono i processi più usati dall’utente e lasciarli in attività in background.

Ed i vecchi smartphone?

Egli inoltre ha dichiarato che gli smartphone non previsti nel piano di aggiornamento a Nougat riceveranno lo stesso sia gli aggiornamenti di sicurezza che porzioni di EMUI 5.0 utili a migliorare l’attuale situazione.

I miglioramenti futuri

Per quanto riguarda le funzionalità future, Huawei sta lavorando per rinnovare parte dell’interfaccia grafica (in special modo proprio nel settore delle notifiche), per implementare diversi sistemi di multi windows (probabilmente utilizzando la Free-form Mode) e per migliorare l’utilizzo ad una mano.

VIA  FONTE