Home > News su Android, tutte le novità > Qualcomm Snapdragon Wear 4100 e 4100+ ufficiali

Qualcomm Snapdragon Wear 4100 e 4100+ ufficiali

Qualcomm Snapdragon Wear 4100

Con un mercato essenzialmente dominato dagli Apple Watch e da smartwatch dotati di SoC proprietario, Qualcomm non sta volendo arrendersi in ambito wearable e, a distanza di due anni dall’annuncio dello Snapdragon Wear 3100, ha rinnovato la propria offerta annunciando i nuovi Qualcomm Snapdragon Wear 4100 e 4100+.

Le novità principali riguardano uno svecchiamento della piattaforma, con i due SoC prodotti utilizzando un processo a 12nm (rispetto al processo a 28nm per il modello 3100) e sfruttando l’architettura big.LITTLE con core Cortex A53 (rispetto ai Cortex-a7 del modello 3100) e co-processore Cortex-M0.

Al di là delle specifiche sulla costruzione, il primo obiettivo di questi nuovi SoC è il miglioramento delle prestazioni. La piattaforma Wear OS di Google è sempre stata “affamata di energia”, soprattutto perché le versioni più recenti del codice sorgente Android sono sviluppate tenendo conto di architetture più recenti.

Con il Qualcomm Snapdragon Wear 4100+, viene affermato che si avranno miglioramenti prestazionali fino all’85% rispetto allo Snapdragon Wear 3100. Per quanto riguarda il co-processore, poi, Qualcomm lo ha migliorato per renderlo non solo più potente ma anche più efficiente. “Il coprocessore AON ora supporta fino a 64K colori e può occuparsi di molti task supplementari, fra cui il monitoraggio continuo della frequenza cardiaca, una maggiore velocità di inclinazione in risposta, conteggio dei passi, sveglie, timer ed altro“. Ciò significa che la CPU principale non dovrà gestire alcune funzioni, dandole in carico al co-processore più efficiente. Precisiamo che il coprocessore non è presente sulla fascia inferiore Wear 4100 ma solo sul modello plus.

Altre modifiche chiave al Wear 4100+ includono un modem LTE migliorato (per ora nessun supporto 5G), supporto per un massimo di due fotocamere fino a 16MP e supporto al Bluetooth 5.0.

Per adesso è avvenuto solo l’annuncio ufficiale anche se, Mobvoi, la società dietro la linea di prodotti TicWatch, ha annunciato che sarà la prima a costruire uno smartwatch Wear OS con il nuovo chipset.

VIA