Home > News su Android, tutte le novità > Scoperto un sistema per lo sblocco del bootloader su alcuni smartphone Vivo

Scoperto un sistema per lo sblocco del bootloader su alcuni smartphone Vivo

Vivo X70 Pro bootloader

Qual è il miglior OEM Android compatibile con il modding sul mercato in questo momento? A seconda di chi pone questa domanda, la risposta potrebbe variare da Google a OnePlus a Xiaomi a qualcos’altro. E questo va benissimo, poiché ciascuna di queste aziende ha i propri punti di forza e di debolezza quando si tratta di sviluppo aftermarket e soddisfano esigenze diverse per persone diverse. Ma se stavate cercando di acquistare uno smartphone economico esclusivamente per il modding, Vivo non sarà sicuramente la vostra prima scelta.

Mentre OPPO, OnePlus, Realme e Vivo sono tutti sotto l’ombrello di BBK Electronics, OnePlus è diventata la scelta più ovvia per coloro che desiderano armeggiare con i propri dispositivi e vorrebbero mantenere la garanzia mentre ci sono. Un bootloader facilmente sbloccabile e la disponibilità dei sorgenti del kernel sono i catalizzatori di questo viaggio. Vivo, invece, ha reso la scena del modding estremamente difficile. La società non offre un metodo ufficiale di sblocco del bootloader né rilascia i sorgenti del kernel per i dispositivi che vende. Ma è qui che entra in gioco la community XDA.

Dopo aver armeggiato per un po’ con l’interfaccia Fastboot personalizzata di Vivo, i membri XDA Pervokur e Killuminati91 sono riusciti a trovare un metodo alquanto generico per sbloccare il bootloader di una manciata di telefoni dell’OEM cinese. In particolare, il sistema è stato testato con successo su:

  • Viva V21e
  • Viva X70 Pro Plus
  • Viva Y31

Tuttavia, ci sono alcuni avvertimenti su questo metodo non ufficiale. In primo luogo, questo apparentemente si applica solo alle varianti di dispositivi alimentati da SoC Qualcomm Snapdragon. Successivamente, lo sblocco del bootloader disabilita il lettore di impronte digitali, almeno sul Vivo X70 Pro Plus. L’ultimo avvertimento, che è minore, è che dovrete eseguire il flash di un’immagine vendor personalizzata utilizzando un binario Fastboot modificato e fare affidamento su una condizione di gara per lo sblocco del bootloader.

Tuttavia, questo è uno sviluppo entusiasmante per i possessori di dispositivi Vivo, che consente loro di avere il meglio di entrambi i mondi: uno smartphone conveniente che è anche in grado di eseguire software aftermarket (o meglio, una volta che verrà sviluppato). Se siete interessati, vi rimandiamo ai thread dedicati sui forum di XDA: