Home > News su Android, tutte le novità > YouTube Music è il servizio di streaming musicale più in crescita in Europa e America

YouTube Music è il servizio di streaming musicale più in crescita in Europa e America

YouTube Music

Le app di streaming musicale sono diventate onnipresenti nelle nostre vite, con Spotify e Apple Music che attualmente dominano il mercato. Google ha anche spinto in modo aggressivo YouTube Music sin dalla chiusura di Play Music e sembra che questi sforzi stiano dando i loro frutti. YouTube Music è ora l’app di streaming musicale in più rapida crescita nei mercati occidentali.

Un nuovo studio di Midia Research rivela che gli abbonamenti di streaming in tutto il mondo sono aumentati di un solido 26,4% dal secondo trimestre del 2020 al secondo trimestre del 2021. In totale, 521,3 milioni di utenti sono attualmente abbonati ad app di streaming musicale e 109,5 milioni di quelli si sono uniti durante l’anno precedente. E mentre anche Spotify e Apple Music hanno registrato una crescita rispettivamente del 20% e del 25%, YouTube Music è cresciuto di un enorme 50%, rendendola di gran lunga l’app in più rapida crescita in Occidente.

Certo, ha ancora una modesta quota di mercato dell’8% rispetto al 31% di Spotify e al 15% di Apple Music. Tuttavia, sta arrivando lentamente ma inesorabilmente, soprattutto perché è stata l’unica app delle tre ad aumentare significativamente la sua quota di mercato in quel periodo.

Da notare che abbiamo indicato “in occidente”. Questo perché l’app di streaming in più rapida crescita al mondo non è YouTube Music, ma piuttosto app nei mercati emergenti dell’est. Due servizi disponibili solo in Cina, Tencent Music Entertainment e NetEase Cloud Music, rappresentano il 18% del mercato dello streaming mondiale e hanno aggiunto 35,7 milioni di utenti durante il periodo di 12 mesi studiato. E salendo più a nord della Cina, Yandex sta assistendo a una crescita senza precedenti in Russia, raddoppiando la sua base di utenti in quei 12 mesi e rappresentando attualmente il 2% del mercato globale.

VIA