Home > News su Android, tutte le novità > Microsoft annuncia Windows 11 con pieno supporto alle app Android

Microsoft annuncia Windows 11 con pieno supporto alle app Android

Windows 11

Microsoft ha tenuto un evento di presentazione online per il lancio di Windows 11. Le novità che esso porta ai computer desktop e ai laptop sono molti ma ci sono buone nuove anche per gli appassionati Android. Sfruttando infatti la tecnologia Intel Bridge per tradurre le app scritte per CPU ARM alle CPU con architettura x86, Windows 11 supporta a pieno le app Android.

Invece di collaborare con Google, Microsoft rende disponibili le app Android su Windows 11 tramite Amazon AppStore: lo store digitale di Amazon è integrato direttamente nel Microsoft Store di nuova generazione e creando un’esperienza ottimizzata in cui gli utenti non noteranno differenze fra app a 32 bit, PWA, UWP e app Android.

Windows 11 pieno supporto app Android via Amazon AppStore

Le app Android possono essere integrate nel menu Start, appuntate sulla barra delle applicazioni e supportano le funzionalità Snap Layout di Windows 11 per spostarle in finestre side-by-side.

Come detto, Microsoft utilizza la tecnologia Intel Bridge per far funzionare le app mobili su hardware x86. Non è stato rilasciato alcun dettaglio durante la presentazione ma presumibilmente solo i PC basati su Intel saranno in grado di sfruttare questa funzionalità (e nemmeno quelli più vecchi, visto che Intel Bridge è un qualcosa integrato direttamente nella CPU a livello hardware). Dovremo aspettare fino al rilascio del nuovo sistema operativo per giudicare da soli le prestazioni delle app.

Microsoft ha utilizzato TikTok per dimostrare la funzionalità, anche se app come Kindle, Ring e Uber sono state intraviste in vari screenshot durante la presentazione. Tuttavia, non tutte le applicazioni su Amazon Appstore saranno rese disponibili su Windows 11.

Secondo il suo post sul blog, Amazon condividerà ulteriori informazioni con gli sviluppatori in futuro su come funziona la pubblicazione di app sul desktop, con una “selezione iniziale” di software in arrivo entro quest’anno.

Il coinvolgimento di Amazon significa che non ci sarà nessun supporto ai Google Play Services, quindi molto probabilmente non vedremo nessuna delle app che si appoggiano ad essi per funzionare. C’è sempre la possibilità che gli APK possano essere trasferiti su Windows 11, anche se non sapremo se ciò sarà possibile fino a quando il sistema operativo aggiornato non sarà reso disponibile al pubblico.

VIA

SCELTI DA NOI PER TE