Home > News su Android, tutte le novità > Android 11 Beta ora funziona con Google Pay

Android 11 Beta ora funziona con Google Pay

Google Pay

Chi possiede uno smartphone Pixel (e da poco anche di uno Xiaomi Mi 10) e ha voluto partecipare al beta test di Android 11 ha avuto la brutta sorpresa dell’impossibilità di utilizzare il servizio di pagamenti Google Pay.

Il supporto di Google Pay è sempre imprevedibile per un software in beta, in quanto si basa pesantemente su framework di sicurezza e sulle verifiche SafetyNet potenzialmente mancanti, ma il servizio ha già funzionato con la Developer Preview 4: a quanto pare Google ha rotto qualcosa passando dalla DP4 alla prima versione beta di Android 11, impedendo agli smartphone di passare tutte le verifiche necessarie.

Secondo numerosi subreddit e alcuni tweet, il problema è stato risolto e Google Pay è di nuovo funzionante per molte persone. Per sapere se sono disponibili i pagamenti contactless, vi basta aprire l’app Google Pay e toccare il pulsante Verifica software. Dovreste quindi visualizzare un popup che vi informa che il vostro dispositivo è nuovamente pronto per le transazioni basate su NFC. In caso contrario, provate a riavviare il telefono e ripetere l’operazione.

Con il chip NFC sempre più diffuso sugli smartphone (lo ha persino Redmi 9 che appartiene alla fascia bassa) e con le linee guida contro il COVID-19 che consigliano di toccare le banconote il meno possibile, l’utilizzo di Google Pay è schizzato alle stelle nelle ultime settimane.

Ricordiamo che il servizio è totalmente gratuito ma, per funzionare, è necessario dapprima che la carta di debito in vostro possesso sia compatibile (dipende dagli accordi fra Google e la banca) e poi che la posizione dell’elemento di sicurezza sia impostato in “HCE Wallet” (a differenza di Samsung Pay che sfrutta l’elemento di sicurezza integrato nell’hardware dello smartphone).

VIA