Home > News su Android, tutte le novità > Gmail: la scrittura intelligente è già in fase di rilascio “sperimentale” negli USA

Gmail: la scrittura intelligente è già in fase di rilascio “sperimentale” negli USA

Ormai è chiaro: il Google I/O è stato tutto all’insegna dell’Intelligenza Artificiale. Qualche giorno fa abbiamo parlato di alcune novità che riguarderanno Gmail e Google Foto. In particolare, Gmail sfrutterà l’AI per avviare un sistema di scrittura intelligente che ci permetterà di scrivere lunghe frasi digitando solo pochi caratteri.

Questa funzionalità doveva essere rilasciata solo nelle prossime settimane ma a quanto pare Google ha già avviato un lento rilascio che dovrebbe permettere agli utenti più smanettoni di provare il servizio. Tuttavia, non correte ad utilizzare Gmail sul vostro smartphone perché la funzione sembra essere destinata al programma “sperimentale” della nuova versione di Gmail, per cui dovrete collegarvi dal PC.

La funzione dovrà comunque essere attivata lato server da Google, per cui anche se effettuerete tutti i seguenti passaggi potreste non visualizzare lo stesso la scrittura intelligente. Ad ogni modo la prima cosa da fare è accedere a Gmail e attivare la nuova versione del servizio. 

A quel punto dovrete recarvi nel menu Impostazioni – Generali e spuntare la voce “Attiva l’accesso sperimentale”. A quel punto scorrete la pagina fino in fondo e cliccate su “Salva”.

Ora la procedura da seguire sarebbe la seguente:

Per attivare o disattivare la funzionalità Scrittura intelligente:

  • In Gmail, fai clic su Impostazioni.
  • In Generali, scorri verso il basso fino a Scrittura intelligente.
  • Per attivare le previsioni, fai clic su Suggerimenti di scrittura attivati. Per disattivare le previsioni, fai clic su Suggerimenti di scrittura disattivati. 

La procedura è ben visibile nella pagina di supporto dedicata, ma la funzione non è ancora attiva e in ogni caso come fa notare Google “la funzionalità Scrittura intelligente è disponibile solo in lingua inglese e non è progettata per fornire risposte; inoltre potrebbe offrire previsioni con informazioni non sempre esatte”. Non resta che attivare le funzioni sperimentali e attendere l’attivazione via server della funzione.

Via Via 2

SCELTI DA NOI PER TE