Home > Guide e tutorial per Android > Come installare una recovery custom su LG Nexus 5X

Come installare una recovery custom su LG Nexus 5X

Nexus 5X

Continuiamo a parlare di modding relativo ad LG Nexus 5X e, dopo avervi mostrato come sbloccare il suo bootloader (LG Nexus 5X: ecco come sbloccare il bootloader), quest’oggi vogliamo mostrarvi quanto semplice sia installare una custom recovery. Per chi non lo sapesse, una custom recovery permette di effettuare molte più operazioni rispetto a quella di default dello smartphone, come ad esempio il flash delle ROM cooked oppure il backup completo dello smartphone.

Il procedimento che vi mostreremo oggi necessita l’impiego di ADB su un computer Windows. In futuro molto probabilmente saranno create delle applicazioni apposite che, attraverso la concessione da parte nostra dei permessi di root, faranno tutto in automatico. Tuttavia, la procedura che vi mostriamo oggi, non si può certo definire complicata:

  • Come prima cosa, dovete effettuare un backup dei dati. Poi avete bisogno dell’Android SDK per poter avere l’ultima versione disponibile di fast boot e ADB. Tuttavia, chi non vuole scaricare tutto l’enorme pacchetto, può procedere al download di Minimal fastboob e ADB;
  • Installate i driver di LG Nexus 5X sul vostro computer Windows in cui opererete (al primo collegamento dello smartphone, Windows li scarica in automatico);
  • Scaricate la recovery custom che più vi aggrada controllando che l’md5 sia funzionante;
  • Posizionate questo file .zip nella cartella ADB del vostro computer;
  • Spegnete lo smartphone, riavviatelo in modalità fastboot (tasto power + volume giù) e collegatelo al PC;
  • Aprite il prompt dei comandi, recatevi nella cartelle ADB (per comodità potete premere Shift + tasto destro del mouse mentre vi trovate nella cartella col file explorer) e collegate lo smartphone al PC;
  • Digitate la seguente stringa:
    • fastboot flash recovery “nomedelfile”.img
  • A processo terminato, utilizzate i tasti volume e di accensione di LG Nexus 5X per selezionare “Reboot Bootloader”;
  • Una volta riavviato, riutilizzate i tasti volume per accedere alla vostra nuova recovery custom.

FONTE

Il team di Androidblog non si assume alcuna responsabilità in caso di danni allo smartphone oppure ai dati in esso contenuti.