Home > News su Android, tutte le novità > Samsung al lavoro su un Galaxy Z Fold a doppia piega

Samsung al lavoro su un Galaxy Z Fold a doppia piega

Samsung Galaxy Z Fold a tripla piega concept
concept

Se una piega è buona, due sono meglio. Questo sembra essere il pensiero del dipartimento di ricerca e sviluppo di Samsung, ove secondo quanto riferito gli ingegneri sono al lavoro su uno smartphone flessibile della serie Gaalxy Z Fold a doppia piega.

Secondo un rapporto commerciale di Nikkei, Samsung sta esaminando un design a doppia cerniera, con il display in grado di essere piegato in 3/3 e con la speranza di svelarlo prima della fine del 2021. Ciò si aggiungerebbe alle nuove iterazioni dei design pieghevoli esistenti di Samsung, fra cui il Galaxy Z Fold 3 e il Galaxy Z Flip 3.

I brevetti già concessi a Samsung, che mostrano uno smartphone flessibile più grande con una posizione ripiegata a tre strati, sarebbero presumibilmente alla base di questo lavoro. Secondo il rapporto, Samsung vede i pieghevoli come il mercato nuovo e sfruttabile per gli ex acquirenti della sua serie Galaxy Note di fascia alta, che nel 2021 verrà saltata a piè pari per ritornare poi nel 2022.

Nikkei cita più fonti anonime interne a Samsung e al più grande settore mobile sudcoreano. L’obiettivo sembra essere quello di creare un dispositivo di dimensioni più grandi quando completamente aperto, con proporzioni intorno ai 16:9, ideale per la maggior parte dei contenuti video e che richiede un lavoro di adattamento delle app minore.

Di contro, la serie Galaxy Z Fold utilizza schermi pieghevoli più quadrati, espandendo notevolmente lo spazio ma essendo meno ideale per alcuni video e giochi.

Poiché tutte le informazioni presentate nel rapporto sono anonime e anche in questo caso basate sul successo di programmi di sviluppo interni in corso, è possibile che nulla di tutto ciò accada. Ma Samsung non sarebbe la prima azienda a creare uno schermo pieghevole con tre pieghe (Xiaomi ha già mostrato diversi video teaser negli scorsi mesi), solo la prima a portarlo sul mercato di massa. Un dispositivo del genere sarebbe quasi certamente il modello di punta dell’azienda, uno status symbol in cui il prezzo di listino potrebbe essere decisamente più elevato.

VIA