Home > News su Android, tutte le novità > Android Auto avrà presto questi 12 sfondi selezionabili

Android Auto avrà presto questi 12 sfondi selezionabili

Android Auto sfondo

Sebbene in sostanza si tratti di Android in una versione pesantemente modificata da Google, Android Auto non ha tutte le libertà della controparte per smartphone, come ad esempio negli sfondi o nello sviluppo delle app. Trattandosi infatti di un sistema operativo pensato per le auto, è necessario che vi siano delle limitazioni per evitare eccessive distrazioni alla guida.

Questa mancanza di libertà però ha voluto dire avere un unico e fisso sfondo sin da quando Android Auto è stato lanciato sul mercato. Solo un paio di mesi fa, Android Auto ha aggiunto sei immagini preimpostate nascoste nel codice che potrebbero essere utilizzate come sfondi futuri. Speravamo che ciò significasse che il supporto completo per gli sfondi personalizzati sarebbe arrivato presto ma invece Google ha rimosso la maggior parte delle immagini precedenti a favore di 12 nuovi sfondi più orientati alle auto che si adattano molto meglio ad Android Auto. Tuttavia, non sono ancora selezionabili.

Ce ne sono alcuni con cuciture in pelle per coloro che apprezzano il lusso, alcuni orientati alle prestazioni (un rotore forato, un motivo in fibra di carbonio e un primo piano di una griglia), alcuni legati alle onde sonore e alcuni paesaggi anche con scie luminose.

Come detto, questi sfondi non sono ancora attivi, ma sono stati trovati nell’APK di Android Auto 6.0. Nel caso non aveste ancora ricevuto la notifica di aggiornamento sul vostro smartphone, vi basterà cliccare sul link sottostante che vi riporterà direttamente sulla pagina dedicata del Play Store:

In alternativa, potete scaricare il file APK da installare manualmente (magari se state provando qualche ROM senza accesso ai Google Play Services) attraverso il seguente link. Ricordate però di attivare i permessi per l’installazione di app provenienti da fonti sconosciute, ovvero tutte quelle scaricate al di fuori del Play Store.

VIA  FONTE