Home > News su Android, tutte le novità > Android Studio si aggiorna con un miglioramento delle prestazioni dell’emulatore degli smartphone flessibili

Android Studio si aggiorna con un miglioramento delle prestazioni dell’emulatore degli smartphone flessibili

Android Studio 4.0

Android Studio è l’SDK principale per lo sviluppo di applicazioni e giochi del sistema operativo Android e dispone di un emulatore integrato per testare i progetti su un’ampia gamma di configurazioni hardware. Ciò consente agli sviluppatori di testare i loro progetti su diverse dimensioni di schermo, diverse risoluzioni e diversi form factor.

Dopo il massiccio aggiornamento alla versione 4.0, Google ha appena rilasciato un enorme update per l’emulatore di Android Studio con un supporto migliorato per gli smartphone flessibili, miglioramenti delle prestazioni e alcune correzioni di bug.

L’emulatore di Android Studio ha aggiunto per la prima volta il supporto per gli smartphone flessibili nell’aprile 2019, ma ora simula correttamente l’apertura e la chiusura delle cerniere per i modelli a conchiglia e supporta le nuove funzioni sviluppate ad-hoc su Android 11.

“Se è configurato uno smartphone flessibile”, ha scritto Google in un annuncio, “l’emulatore ora invia gli aggiornamenti dei sensori dell’angolo di cerniera e del giroscopio, permettendo alla UI di adattarsi di conseguenza. I dispositivi flessibili esistenti ora aggiorneranno l’angolazione e la postura del sensore della cerniera quando vengono premuti i pulsanti di apertura o chiusura della barra degli strumenti.”

Tuttavia, la funzione richiede un’immagine di sistema di Android 11 che non è stata ancora rilasciata. Ci sono anche molti miglioramenti delle prestazioni nel nuovo aggiornamento, fra cui il supporto iniziale per Virgil3d virtio-gpu, che dovrebbe migliorare la velocità e la compatibilità durante l’emulazione della grafica, una volta che le corrette integrazioni saranno presenti nelle immagini del dispositivo. Inoltre, INVTSC è anche abilitato per impostazione predefinita su macOS, il che può migliorare la precisione delle misurazioni del tempo in alcuni casi.

Infine, Google ha corretto oltre tre dozzine di bug nell’emulatore che interessavano gli appunti, dispositivi emulati con notch arrotondati, audio e altre funzionalità. L’annuncio ha anche menzionato che è in corso lo sviluppo di una versione di Android Studio pensata per i futuri Mac con Apple Silicon.

VIA