Home > Giochi Android > Google lancia Android Performance Tuner, strumento per massimizzare le prestazioni dei giochi su smartphone

Google lancia Android Performance Tuner, strumento per massimizzare le prestazioni dei giochi su smartphone

Android Performance Tuner

Con l’aumentare della popolarità del mobile gaming e della potenza degli smartphone, i giochi che vengono sviluppati per Android stanno diventando sempre più complessi. Al fine di rendere utilizzabili tutte le componenti hardware “sviluppate per il gaming”, come ad esempio i display ad elevato refresh rate, Google ha lanciato il nuovo Android Performance Tuner.

Android Performance Tuner è uno strumento di sviluppo e ottimizzazione dei giochi che offre approfondimenti sulle prestazioni di gioco all’interno di Android Vitals. La nuova libreria consente agli sviluppatori di misurare e ottimizzare frame rate e prestazioni grafiche su oltre il 99% dell’ecosistema di dispositivi Android attivi.

Fintanto che un dispositivo degli utenti esegue Android 4.1 (API 16) e versioni successive, lo strumento appena lanciato sarà in grado di misurare l’efficacia del gioco, incluso il monitoraggio del rendimento della frequenza dei fotogrammi in ogni livello di qualità impostato dal gioco. Gli sviluppatori possono implementare facilmente questa libreria come parte dei loro giochi e guardare i dati provenienti dai dispositivi.

Per farla breve, l’Android Performance Tuner consentirà agli sviluppatori di avere molte più informazioni su come i loro giochi stanno funzionando su dispositivi specifici senza dover ricorrere a metriche di terze parti o soluzioni costruite in casa.

In teoria, questo non solo aiuterà a individuare aree che richiedono troppe risorse, ma servirà anche a sottolineare in quali punti un gioco potrebbe osare di più in termini di grafica, poiché gli sviluppatori saranno in grado di vedere quanti dispositivi possono trarre vantaggio senza penalizzare il frame rate.

Il post legato all’annuncio fornisce una panoramica dettagliata di come lo strumento funzionerà nella pratica, come gli sviluppatori possono implementarlo e il tipo di azioni che consentirà loro di intraprendere. 

VIA