Home > News su Android, tutte le novità > Microsoft Surface Duo: due video leaked mostrano alcune funzioni legate alle notifiche

Microsoft Surface Duo: due video leaked mostrano alcune funzioni legate alle notifiche

Microsoft Surface Duo funzione Peek

Nonostante ci troviamo ancora a diversi mesi di distanza dalla presentazione ufficiale del Microsoft Surface Duo, lo smartphone Android con doppio display mostrato in anteprima lo scorso ottobre, in rete stanno circolando già da un pezzo indiscrezioni e informazioni leaked. Dopo aver visto il CEO di Microsoft, Satya Nadella, utilizzare attivamente il dispositivo, e l’azienda rilasciare l’SDK per lo sviluppo, il nuovo Microsoft Surface Duo è stato protagonista di un paio di video leaked che ne mostrano alcune funzioni.

In entrambi i casi viene mostrata in anteprima la funzione denominata “Peek” e relativa al modo in cui sarà possibile visualizzare le notifiche in arrivo senza dover aprire per intero il display.

Nei video leaked viene mostrato il caso di una chiamata in arrivo: aprendo leggermente il display si vedranno nome e immagine del chiamante, mentre completando l’apertura a 180° sarà possibile rispondere. La stessa cosa avviene per le altre notifiche in arrivo.

Insomma, Microsoft ha deciso di non adottare alcun display esterno per il suo dispositivo, il che la lascia nella scomoda soluzione di dover affrontare problemi di questo genere. A nostro avviso Microsoft considera il suo Surface Duo un dispositivo che in primis svolge funzioni dedicate al lavoro digitale e solo in secundis il ruolo di telefono vero e proprio (cosa che del resto si potrebbe dire di qualsiasi smartphone moderno).

Per quanto riguarda il design, al momento sappiamo solo della presenza di due display da 5,6 pollici e di una porta USB Type-C appena visibile e in posizione decentrata su una delle due metà pieghevoli, insieme a una coppia di ritagli sul bordo della scocca in cui il vetro incontra il metallo (probabilmente i fori per gli speaker).

Apparentemente la versione mostrata all’evento del 2 ottobre è dotata di un SoC Qualcomm Snapdragon 855 (come quella mostrata dalla foto) ma non dovrebbero esserci problemi nell’adottare la versione successiva, lo Snapdragon 865, vista l’uscita a fine 2020.

VIA