Home > News su Android, tutte le novità > Il SoC Samsung con GPU AMD su GFXBench ha distrutto il chip A14 Bionic di iPhone 12 Pro

Il SoC Samsung con GPU AMD su GFXBench ha distrutto il chip A14 Bionic di iPhone 12 Pro

Samsung Exynos 2200 AMD

Sebbene il Samsung Exynos 2100 sia paragonabile al Qualcomm Snapdragon 888 quando si tratta di prestazioni della CPU, quest’ultimo ha ancora un vantaggio quando si parla di grafica. Per rimediare a ciò, Samsung ha stretto una partnership con AMD.

AMD concederà in licenza la sua architettura grafica RDNA al colosso coreano e ci aspettiamo di vedere i primi frutti di questa partnership già quest’anno. I punteggi dei benchmark trapelati in precedenza implicano che il SoC Exynos basato su AMD supererà i chip Snapdragon e un nuovo rapporto suggerisce che lascerà alle spalle anche il SoC A14 Bionic di Apple.

Secondo un post sul forum sudcoreano Clien, un chip Samsung inedito, presumibilmente l’Exynos 9925 che è attualmente in fase di test, ha ottenuto un punteggio superiore all’Apple A14 Bionic su 3D GFXBench.

Ecco come si sarebbe comportato il chip Exynos alimentato dalla GPU AMD:

  • Manhattan 3.1: 181,8 Fps
  • Aztec Normal: 138,25 Fps
  • Aztec High: 58 Fps

Ecco come si confrontano le prestazioni grafiche con quelle di iPhone 12 Pro:

  • Manhattan 3.1: 120,8 Fps
  • Aztec Normal: 80,0 Fps
  • Aztec High: 30,0 Fps

E se questo non è abbastanza preoccupante per Apple, il rapporto afferma anche che le prestazioni possono essere ulteriormente migliorate. La decisione di rallentare la frequenza di clock apparentemente dipende dal fatto che ci si trova ancora nel programma di sviluppo.

Detto questo, tenete presente che questi risultati non provengono da una fonte verificabile e i risultati dei benchmark non descrivono accuratamente le prestazioni effettive.

Un recente rapporto suggerisce che Samsung e AMD potrebbero annunciare due nuovi SoC, uno di fascia media e uno di fascia alta, insieme ai primi smartphone che li utilizzeranno, già il prossimo trimestre. Resta da vedere se un nuovo chip premium sarà pronto in tempo per la presentazione di Galaxy Z Fold 3.

VIA