Home > News su Android, tutte le novità > App per rendere sicuro il proprio smartphone

App per rendere sicuro il proprio smartphone

Mettere in sicurezza il proprio smartphone è un’operazione fondamentale, per certi versi anche più importante della messa in sicurezza del proprio computer o della propria rete locale. Lo smartphone è, per definizione, un dispositivo che si porta sempre con sé quando si esce di casa. È quindi molto frequente collegarsi a Internet utilizzando reti WiFi pubbliche, di amici, o con la connessione 4G della propria SIM. 

Visto che non è possibile intervenire su queste reti per migliorarne la sicurezza, l’unico modo per tenere al sicuro i propri dati è quello di proteggere il proprio telefono. Uno dei metodi più semplici e immediati per farlo è quello di usare delle app specializzate, che non richiedono particolari capacità per essere utilizzate. L’unico aspetto a cui bisogna fare attenzione è quello di installare soltanto applicazioni disponibili sugli store ufficiali, e di mantenerle sempre aggiornate.

Password manager

Una delle regole base della sicurezza informatica prevede l’uso di password forti e diverse a seconda del servizio per cui vengono utilizzate. Una password forte contiene numeri, lettere, caratteri speciali, e non è riconducibile a informazioni pubbliche relative all’utente. È evidente, perciò, come sia impossibile ricordarsi a memoria molte password forti.

Samsung Galaxy A21

La soluzione a questo problema è l’uso di un password manager. Si tratta di un’app che consente di generare e memorizzare più password diverse e associarle al giusto servizio. Solitamente è possibile configurare il manager in modo che inserisca in automatico le password su siti e app, così che l’accesso sia quasi immediato.

Autenticazione a due fattori

Molti servizi online implementano l’autenticazione a due fattori, o 2FA, per garantire una migliore protezione. Questo metodo consiste nell’invio all’utente di un codice temporaneo da inserire insieme alla password. Questo codice può essere inviato via SMS o e-mail, ma spesso è possibile usare un’app specifica che genera automaticamente i codici. 

Nubia Play 5G

Questa app deve essere appositamente configurata per ogni servizio a cui la si vuole associare, ma si tratta di un’operazione rapida e molto semplice. L’autenticazione a due fattori aggiunge un livello ulteriore alla sicurezza: anche nel caso un malintenzionato si impossessasse della password, non potrebbe ottenere il codice necessario all’accesso.

VPN

Una VPN è una soluzione perfetta anche per la sicurezza di casa. Installata sul proprio PC o, ancora meglio, sul router, permette di nascondere il proprio indirizzo IP e di criptare il traffico, offrendo un grado di protezione molto elevato. È possibile installare una VPN anche su uno smartphone, in modo da poterla utilizzare anche in mobilità.

Praticamente tutti i servizi più noti che offrono VPN online mettono a disposizione degli utenti un’app a configurazione automatica che può essere installata su smartphone. Nel caso non dovesse essere compatibile con il proprio dispositivo, è possibile configurare una VPN manualmente, seguendo le istruzioni del fornitore del servizio.

Antivirus

Essendo sistemi chiusi, gli smartphone sono generalmente meno soggetti a essere infettati da virus e malware. Non si può però esserne completamente certi, soprattutto se si utilizzano dispositivi più vecchi o con root. Per questo motivo, è una buona idea installare un’app antivirus, che fornisca protezione in tempo reale e che permetta di eseguire la scansione del dispositivo.

Blocco app e gestione autorizzazioni

I dispositivi più moderni permettono di bloccare l’intero sistema, in modo che nessuno possa accedervi senza disporre della password. Esistono però delle app specifiche che permettono di bloccare soltanto alcune parti del sistema o singole applicazioni. Questo è utile quando si vuole isolare app potenzialmente pericolose, o quando si presta il proprio smartphone a qualcuno.

Google Play Services

In molti casi, è possibile anche limitare i dati a cui hanno accesso le varie applicazioni. Ad esempio, spesso le applicazioni di messaggistica hanno accesso alla rubrica o all’uso della fotocamera. Se si desidera revocare questi permessi, è possibile farlo grazie ad apposite applicazioni.

Chiamate e messaggi criptati

Le app di messaggistica sono fra le più utilizzate negli smartphone: non tutte offrono però lo stesso livello di sicurezza. Solo alcune di esse, infatti, garantiscono la crittografia end-to-end, assicurando la protezione totale delle conversazioni.

Allo stesso modo, è possibile utilizzare app che permettono di effettuare chiamate e videochiamate tramite connessioni criptate, in modo che nessun possa intercettarne i contenuti. 

Controllo remoto del dispositivo

Nell’eventualità che il proprio smartphone venga rubato o perso, è utile aver installato un’applicazione che permetta di trovare e bloccare il dispositivo a distanza. Si tratta di una funzionalità che è ormai integrata nei sistemi operativi mobili, ma esistono delle app che offrono un numero maggiore di opzioni, come quella di poter controllare da remoto il proprio dispositivo o, più semplicemente, di cancellare tutti i dati presenti su di esso.