Home > News su Android, tutte le novità > WhatsApp non crittografa i backup su Google Drive

WhatsApp non crittografa i backup su Google Drive

WhatsApp

Qualche giorno fa vi abbiamo mostrato come l’accordo iniziale fra WhatsApp e Google sia stato prolungato e migliorato relativamente ai backup del servizio di messaggistica su Google Drive. Tuttavia, nonostante adesso il backup non va a intaccare la quota dei dati che Google assegna a ogni suo cliente, continua a non essere crittografato.

WhatsApp ha confermato che è vero il mese scorso quando ha rilasciato la seguente dichiarazione: “I file multimediali e i messaggi di cui si esegue il backup non sono protetti dalla crittografia end-to-end di WhatsApp mentre si trovano in Google Drive.” Purtroppo non sappiamo quando WhatsApp aggiornerà la propria app per crittografare i dati anche quando stanno per essere inviati sul cloud di Google.

In maniera simile a Google Drive, i messaggi WhatsApp memorizzati su iCloud di Apple (provenienti da iPhone) sono anche archiviati senza crittografia.

Ricordiamo che la crittografia end-to-end è estremamente utile per la privacy del mittente e del destinatario del messaggio. Essa assicura che il messaggio, durante il suo tragitto verso i server di WhatsApp e successivamente nella sua via verso il destinatario, non possa essere letto da terzi. Anche se venisse intercettato, ci sarebbe bisogno della chiave di de-criptazione in possesso del mittente e del destinatario. Ciò significa che nemmeno WhatsApp può conoscere il contenuto dei messaggi anche se, per questioni logistiche, deve necessariamente conoscere chi è il mittente, chi è il destinatario e la data dell’invio del messaggio.

VIA

SCELTI DA NOI PER TE