Home > News su Android, tutte le novità > Google Maps: in arrivo gli itinerari misti con i mezzi pubblici

Google Maps: in arrivo gli itinerari misti con i mezzi pubblici

Google Maps Google Street View

La pandemia di coronavirus e il conseguente lockdown hanno dimostrato quanto poco inquinate possono essere le città se viene ridotta la circolazione di auto personali. L’utilizzo di mobilità alternativa, bicicletta e mezzi pubblici sembra essere l’obiettivo finale per ogni assessore alla mobilità e un piccolo aiutino potrebbe presto arrivare da Google Maps.

L’ingegnere Jane Manchun Wong ha pubblicato su Twitter alcune immagini che suggeriscono l’arrivo di nuove funzionalità. Sembra che Google abbia intenzione di aggiungere, oltre alle novità di Street View di cui vi abbiamo parlato ieri, anche più opzioni per aiutare i pendolari a raggiungere le loro destinazioni con i mezzi pubblici. Come potete vedere, la nuova funzione di Google Maps ha l’obiettivo di aiutare le persone a raggiungere le stazioni dei mezzi pubblici attraverso l’auto, la bici o altri sistemi. In altre parole, Google è al lavoro su degli itinerari misti per semplificare l’uso dei mezzi pubblici.

Il nuovo filtro consente alle persone di scegliere se utilizzare una bicicletta per coprire la distanza fino alla stazione dell’autobus, della metropolitana o dei treni, guidare in auto o utilizzare un servizio di condivisione dei viaggi come Uber.

Google prevede inoltre di fornire ulteriori informazioni sulle tariffe dei viaggi direttamente su Maps. Google Maps si collegherebbe a un servizio di condivisione dei viaggi e condividerebbe il percorso dell’utente, offrendo tariffe di viaggio precise e indicazioni su dove acquistare i biglietti.

Questa opzione sembra essere limitata a Uber per il momento, ma presumibilmente, quando la nuova funzionalità sarà ufficiale, verranno incluse altre piattaforme.

Girare per una città straniera oggi è infinitamente più semplice di 20 o 30 anni fa, proprio perché Google integra in Maps tutte le informazioni sugli orari e sulle corse dei mezzi pubblici. Con la nuova funzione, gli ingegneri di Google vogliono fare il passo successivo e aiutare non solo i turisti ma anche chi ci vive.

VIA