Home > News su Android, tutte le novità > Signal introduce un nuovo sistema di recupero via PIN ma non tutti ne sono felici

Signal introduce un nuovo sistema di recupero via PIN ma non tutti ne sono felici

Signal creazione PIN

Signal è una delle migliori scelte per un’app di comunicazione focalizzata sulla privacy e non di proprietà di Facebook, motivo per cui ha attratto una base di utenti (e investitori, come il fondatore di WhatsApp) ampia e dedicata.

Fino ad ora, l’attenzione di Signal sulla privacy ha significato l’assenza di funzionalità come il backup sul cloud online e la sincronizzazione tra dispositivi. Ciò significa che se il vostro smartphone si rompesse o venisse rubato, tutti i contatti e le conversazioni sarebbero resi irrecuperabili.

Mentre la mancanza di informazioni archiviate sui server di Signal è vista da molti come un vantaggio in termini di sicurezza, la società ha recentemente implementato un metodo basato su PIN per rendere i dati come profili e impostazioni ripristinabili in modo sicuro in caso di perdita o cambio di dispositivi.

I PIN di Signal devono essere composti da un minimo di 4 cifre, ma possono essere più lunghi e persino includere lettere se gli utenti lo desiderano (trasformandosi di fatto in password). La società promette inoltre che l’introduzione di questo PIN consentirà di portare nuovi utenti come coloro che non utilizzano esclusivamente numeri di telefono.

In molti modi, questa sembra una buona cosa, poiché consente nuove funzionalità promettendo al contempo di mantenere intatta la sicurezza che gli utenti di Signal si aspettano grazie al Secure Value Recovery dell’azienda. Ma non tutti sono contenti del cambiamento.

Signal PIN

Comprensibilmente, molte persone sono preoccupate per qualsiasi tipo di opzioni di sincronizzazione e dell’archiviazione cloud, poiché una delle cose per cui Signal è nota è il rispetto della privacy degli utenti. C’è anche il fatto che i PIN non sono stati introdotti come facoltativi (anche se l’app continuerà a funzionare per ora se i prompt vengono ignorati) e devono essere inseriti frequentemente (in modo che gli utenti non li dimentichino, dice Signal, poiché il i PIN stessi non sono recuperabili).

Ad ogni modo, l’app rimane comunque una delle migliori opzioni quando si tratta di messaggistica rispettosa della privacy e, se volete scaricarla, vi basterà cliccare su questo link.

VIA  FONTE (1, 2)