Home > News su Android, tutte le novità > Nokia 7.2 è il primo della serie ad avere il bootloader sbloccabile | Guida

Nokia 7.2 è il primo della serie ad avere il bootloader sbloccabile | Guida

Nokia 7.2 sblocco bootloader

Nonostante sia meno prominente rispetto al passato, il mondo del modding Android riveste ancora una grande importanza per una certa fascia di utenti, tanto che acquistano i loro smartphone in base al supporto degli sviluppatori di terze parti. A questo proposito, vi segnaliamo che il Nokia 7.2 è il primo smartphone HMD ad avere un bootloader sbloccabile.

Lo sblocco del bootloader su uno smartphone consente di eseguire il flash di qualsiasi software nelle partizioni interne. Ad esempio, è possibile sostituire la recovery stock con la TWRP o eseguire il flash di una ROM Android personalizzata scaricata online.

Lo sblocco del bootloader apre le porte a tutta questa personalizzazione, ma comporta rischi per la sicurezza. Pertanto, molti dispositivi richiedono soluzioni alternative o hack per sbloccarlo ma il Nokia 7.2 è molto simile a un Pixel. Bastano infatti pochi minuti e un computer con Fastboot.

Come sbloccare il bootloader su Nokia 7.2

Innanzitutto, attivare lo sblocco OEM nelle opzioni sviluppatore del telefono. Quindi, collegarlo al computer e riavviare in modalità bootloader. Il comando di sblocco lampeggiante fastboot standard consentirà di sbloccare il bootloader del telefono ma va anche a ripristinare l’intera memoria interna.

È possibile che HMD abbia fatto un errore e che questi telefoni dovessero rimanere bloccati come i precedenti modelli Nokia: potrebbe anche rimuovere l’opzione in un OTA futuro. Quindi, se siete interessati, non aspettare troppo a lungo.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che, seppur tecnicamente possibile, lo sblocco del bootloader va ad invalidare la garanzia legale del produttore, così come va a disabilitare il supporto ai sistemi di pagamento in mobilità, come ad esempio Google Pay.

VIA  FONTE