Home > Accessori > Sergey Brin: i Google Glass arriveranno nei negozi entro il 2014

Sergey Brin: i Google Glass arriveranno nei negozi entro il 2014

sergey_brin_google_glass_home_insert

La notizia sembrerebbe ufficiale: i Google Glass, gli occhiali intelligenti prodotti dall’azienda di Mountain View e animati dal sistema operativo del robottino verde Android, saranno disponibili all’acquisto nei negozi entro la fine del 2014.

La conferma che i Google Glass usciranno dal programma Explorer e diventeranno un prodotto commerciale ci arriva da – niente poco di meno cheSergey Brin, il co-fondatore, insieme a Larry Page, del colosso delle ricerche, grazie ad una dichiarazione rilasciata in occasione della Conference Code tenutasi in quel di San Francisco.

sergey_brin_google_glass_home_insert

Google Glass: così parlò Sergey Brin

Infatti, Sergey Brin, quando gli è stata posta una domanda specifica a riguardo della disponibilità commerciale dei Google Glass, ha risposto che:

…”i Google Glass saranno un prodotto commerciale quest’anno… più o meno”…

Per quanto riguarda il possibile prezzo di vendita al pubblico nei negozi dei Google Glass, invece, nessuna informazione viene fatta trapelare da Sergey Brin, ma come confermato in precedenza dal produttore, attraverso la pagina di Facebook dedicata agli occhiali smart, la versione commerciale di quest’accessorio, dovrebbe richiedere un esborso pecuniario minore degli attuali 1.500 dollari + tasse, necessari per l’acquisto del modello Explorer esclusivamente per il mercato statunitense.

Insomma, la società di Mountain View sembrerebbe quasi pronta a fornire nuovi modi per la diffusione dei Google Glass, che fino a poche settimane fa erano un’esclusiva dei più fortunati sviluppatori riusciti ad ottenere l’invito per entrare nel programma Explorer.

I Google Glass sono un accessorio tanto atteso quanto discusso, sia per le sue grandi potenzialità, che per le crescenti preoccupazioni a riguardo della privacy degli utenti, che potrebbe essere violata più facilmente.

A proposito di questo dubbio, Sergey Brin ha evidenziato che è stata fatta richiesta agli sviluppatori Google Glass di non includere, tra le funzionalità degli occhiali, il riconoscimento facciale, così da non rappresentare un pericolo per la privacy degli utenti.

Via, Via