Home > Smartphone Android > OnePlus e Oppo: gli altarini si scoprono

OnePlus e Oppo: gli altarini si scoprono

oneplus_insert_home

Se a qualcuno di voi fosse mai balenata in mente la domanda qual è la relazione tra OnePlus ed Oppo?, o aveste avuto dubbi e perplessità su un possibile legame tra le due aziende, cosa che anche a noi è passata per la testa, nelle ultime ore sembra che gli altarini siano stati scoperti, ciò grazie ad un documento trapelato online che parrebbe essere ufficiale.

oneplus_insert_home

OnePlus an Oppo company?

Nonostante le numerose smentite di Pete Lau, ex dirigente Oppo e fondatore dell’ormai famosa startup OnePlus che, appena qualche giorno fa ha presentato ufficialmente il tanto chiacchierato smartphone OnePlus One, a differenza di quanto dichiarato più e più volte dal CEO, ossia che non vi fosse alcun legame tra le due aziende, un documento, che possiamo vedere nell’immagine a seguire, venuto a galla nelle ultime ore sembrerebbe dimostrarci il contrario.

oneplus_insert
Il dubbio amletico a riguardo della totale, o meno, indipendenza della startup OnePlus dall’azienda cinese Oppo, dal momento dell’abbandono della carica di dirigente del colosso cinese da parte di Pete Lau e della nascita del progetto Never Settle, è stato spesso discusso e, altrettanto spesso, ha ricevuto smentite abbastanza convincenti, tanto da non essersi più posto.

Un dubbio che, però, in seguito alla presentazione del OnePlus One è tornata a farsi vivo in molti, considerata l’incredibile somiglianza del nuovissimo smartphone CyanogenMod con l’altrettanto recente Oppo FIND 7.

Durante la conferenza stampa, tenutasi in quel di Pechino lo scorso 23 Aprile, in occasione della presentazione del OnePlus One, alle domande di alcuni giornalisti che hanno chiesto chiarimenti a Pete Lau in merito alla particolare somiglianza tra i due dispositivi, il CEO ha risposto con queste parole, ben poco esaustive:

…”Forse i nostri standard di estetica sono analoghi, così come molti smartphone di oggi scopiazzano l’iPhone”…

Anche in quel caso è stato concesso il beneficio del dubbio al team di OnePlus, laddove senza alcuna prova in mano, c’era ben poco da obbiettare, questo, però, fino ad oggi quando abbiamo visto il documento pubblicato e attribuito niente poco di meno che all’organo ufficiale del Registro di Supervisione e Vigilanza del Mercato con sede a Shenzen.

Sebbene il documento in questione sia in cinese, ci affidiamo a quanto dichiarato dalla fonte, la quale dice che all’interno di esso sta scritto che Opal Guangdong Electronics Industry Co. Ltd, ossia Oppo è proprietaria al 100% della società Plath Shenzhen Technology Co. Ltd, ossia OnePlus.

Nonostante le informazioni sembrerebbero essere ufficiali, riteniamo di dover aspettare spiegazioni da parte di OnePlus e Oppo prima di trarre conclusioni affrettate sulla vicenda e, dunque, ancora una volta, concediamo il beneficio del dubbio all’azienda di Pete Lau e vi suggeriamo, come si suole dire, di prendere quanto scritto in questo articolo con le pinze.

Via