Home > Smartphone Android > Snapdragon 800 e Snapdragon 801: quali sono le differenze?

Snapdragon 800 e Snapdragon 801: quali sono le differenze?

Qualcomm-Snapdragon-1600

I nuovi dispositivi flagship di questo anno, come Samsung Galaxy S5 o Sony Xperia Z2, utilizzano il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 801, che però, almeno ad una prima occhiata, non sembra avere differenze rispetto al predecessore Snapdragon 800 tali da giustificare il nuovo nome. In questo articolo proveremo a chiarire le idee.

Fughiamo i dubbi

Vi sono differenti varianti di ogni Snapdragon 800, ed a generare ulteriore confusione c’ è il fatto che verso la fine del 2013 venne rilasciato lo Snapdragon 800 MSM8974AB, che equipaggia dispositivi come il Galaxy Round.

Tale modello è passato ora a far parte della famiglia Snapdragon 801: sembra che Qualcomm ne abbia creato una seconda revisione, classificata appunto nella nuova famiglia.

La famiglia Snapdragon 801 comprende anche il modello MSM8974AC, che porta la potenza computazionale espressa a un livello leggermente superiore rispetto a quello dell’ MSM8974AB.

Il modello MSM8974AB anima infatti Xperia Z2, mentre il modello MSM8974AC anima il Galaxy S5. Dispositivi animati da uno Snapdragon 800, invece, sono ad esempio Xperia Z1, Galaxy Note 3 ed LG G2.

Nella tabella comparativa a seguire, troverete le caratteristiche degli Snapdragon 800 e degli Snapdragon 801, usati negli attuali smartphone di fascia alta. Includiamo anche le specifiche dello Snapdragon 600, per capire anche quanto gli 801 siano differenti da quest’ ultimo, il quale ha animato i flagship di inizio 2013 come HTC One e Galaxy S4.

Snapdragon 600 (APQ8064T) Snapdragon 800 (MSM8974) Snapdragon 800/801 (MSM8974AB) Snapdragon 801 (MSM8974AC)
Architettura della CPU Krait 300 Krait 400 Krait 400 Krait 400
Numero di core 4 4 4 4
Frequenza della CPU 1.9 GHz 2.26 GHz 2.26 GHz 2.45 GHz
GPU Adreno 320 Adreno 330 Adreno 330 Adreno 330
Frequenza della GPU 450 MHz 450 MHz 550 MHz 578 MHz
Litografia 28 nm LP 28 nm HPm 28 nm HPm 28 nm HPm
Tipo di memoria RAM Dual Channel LPDDR3 Dual Channel LPDDR3 Dual Channel LPDDR3 Dual Channel LPDDR3
Frequenza della memoria RAM 600 MHz 800 MHz 933 MHz 933 MHz
ISP Assente Presente Presente Presente
Frequenza dell’ ISP  320 MHz  465 MHz 465 MHz
Risoluzione massima della fotocamera  21 Megapixel 55 Megapixel 55 Megapixel 55 Megapixel
Registrazione video  1080p 2160p  2160p 2160p
Smartphone equipaggiati Samsung Galaxy S4 GT-I9505, HTC One LG G2, Google Nexus 5, Samsung Galaxy Note 3, Sony Xperia Z1, LG G Flex Sony Xperia Z2, Samsung Galaxy Round Samsung Galaxy S5

I processori Snapdragon usati nelle prime metà dell’ anno sono quasi sempre, da due anni a questa parte, degli affinamenti di quelli di fine anno precedente: infatti vi è molta più differenza tra Snapdragon 600 (utilizzato a partire dalla prima metà del 2013) e Snapdragon 800 (utilizzato a partire dalla seconda metà del 2013), che tra Snapdragon 800 e Snapdragon 801.

Lo Snapdragon 801 è però definibile come un semplice Snapdragon 800 gonfiato, e non come un vero e proprio affinamento. C’ era più differenza tra lo Snapdragon 600 ed il vecchio Snapdragon S4 Pro (utilizzato a partire da fine 2012), il quale usava una CPU quad core Krait 200 con clock di 1.5 GHz, GPU Adreno 320 a 400 MHz e RAM Dual Channel LPDDR2 a 533 MHz.  Il vero affinamento dello Snapdragon 800 arriverà nel Q2 2014 e si chiamerà Snapdragon 805: esso porterà in dote una CPU quad core Krait 450 da 2.7 GHz e la GPU Adreno 420.

Sia Snapdragon 800 che le due varianti di Snapdragon 801 usano infatti la stessa architettura della CPU, la stessa GPU e lo stesso tipo di RAM, possiedono egual numero di cores e sono prodotti col medesimo processo produttivo HPm a 28 nm. C’ è una sola differenza tra di loro: i clock operativi.

Partiamo dalla GPU: nel caso dello Snapdragon 800, la Adreno 330 opera a 450 MHz, ma nel caso degli Snapdragon 801, la velocità di clock sale a 550 MHz per il modello MSM8974AB ed addirittura a 578 MHz per il modello MSM8974AC. Quest’ ultimo ha anche una CPU con maggiore clock: 2.45 GHz contro i 2.26 GHz del modello MSM8974AB e dello Snapdragon 800.

Negli Snapdragon 801 si ha anche RAM più veloce rispetto all’ 800: in entrambi i casi è di tipo LPDDR3 in configurazione Dual Channel, ma nell’ 801 è operante a 933 MHz, contro gli 800 MHz caratteristici dello Snapdragon 800.

L’ ISP (Image Signal Processor), un coprocessore che si occupa di processare immagini e video, è forse il componente che ha ricevuto il maggiore aumento di potenza: dai 320 MHz dello Snapdragon 800 si è passati ai 465 MHz degli Snapdragon 801. Il throughput ne ha ricevuto un beneficio abbastanza sostanzioso, passando da 640 Megapixel/secondo ad 1 Gigapixel/secondo.

In aggiunta a tutto ciò, lo Snapdragon 801 MSM8974AC supporta le nuove memorie eMMC 5.0, ciò si traduce in un throughput massimo pari a ben 400 MB/s, abbastanza vicino a quello degli SSD da PC, permettendo l’ uso di soluzioni di storage più veloci come le iNAND Extreme di SanDisk.

Entrambi gli Snapdragon 801 introducono il supporto DSDA (Dual SIM Dual Active) nel modem, il quale permetterebbe anche di progettare terminali dual sim basati su questa piattaforma. La connettività però rimane all’ LTE Cat.4 introdotto con Snapdragon 800.

Ovviamente, tutto cambia se si confronta lo Snapdragon 600 con lo Snapdragon 800/801, ad esempio se vogliamo confrontare il processore del Galaxy S4 con quello del Galaxy S5: con quello del nuovo flagship Samsung si ha un architettura del processore più efficiente, un unità grafica molto più potente, RAM più veloce e presenza dell’ ISP, oltre ai maggiori clock operativi. Con tutti questi fattori in gioco, l’ aumento di potenza non è certo irrisorio, specie nel caso di Snapdragon 801: sia Snapdragon 800 che Snapdragon 801 sono processori ben superiori.

Cosa significa questo per le performance di uno smartphone?

Mentre lo Snapdragon 600 è tecnicamente inferiore in tutti gli ambiti rispetto allo Snapdragon 800 e soprattutto allo Snapdragon 801, non è così tra questi ultimi, essendo lo Snapdragon 801 un semplice Snapdragon 800 overcloccato.

L’ Xperia Z2 possiede un unità che è tra quella che equipaggia i dispositivi basati su Snapdragon 800 e quella che equipaggia il Galaxy S5, mentre Galaxy S5 è per ora il modello col processore più performante. Ma anche l’ unità più performante ha, alla fine, poco da farsi invidiare, almeno per ora, dallo Snapdragon 800.

La differenza tra Snapdragon 800 e Snapdragon 801 di certo non si noterà nell’ uso quotidiano, dove un Galaxy S5 od un Xperia Z2 si comporteranno grossomodo come i “vecchi” LG G2 ed Xperia Z1. Le velocità di clock maggiori in special modo sulla GPU e sull’ ISP potrebbero portare dei vantaggi solo in gaming (i giochi pesanti potranno essere giocati con maggiore fluidità) e nella registrazione di video, e, anche se solo nella variante MSM8974AC, maggiori velocità di lettura/scrittura delle memorie.

Perciò, i possessori di dispositivi muniti di Snapdragon 800, ed anche chi intende acquistare un dispositivo basato su tale processore, potranno senz’ altro dormire sonni tranquilli: specialmente se non interessa il video recording alla maggior qualità e il gaming sempre alla miglior fluidità, c’ è ben poca differenza tra i dispositivi equipaggiati col nuovo processore ed il vecchio.