Home > News su Android, tutte le novità > Nokia: altri smartphone Android in primavera

Nokia: altri smartphone Android in primavera

Nokia

Tra meno di due settimane, assisteremo all’evento chiave, che svelerà probabilmente il primo smartphone Android prodotto dalla famosa azienda finlandese Nokia. Senza ulteriori indugi, vi vogliamo informare di un interessante rumor diffusosi oggi stesso sul web, il quale darebbe per scontato l’impegno, da parte della medesima azienda, nella produzione di altri smartphone basati sull’OS Android, che andranno ad essere presentati nel corso del 2014, più precisamente tra Maggio-Giugno. 

Nokia

Infatti. Secondo le voci condivise in rete dalla Artesyn Technologies, il Nokia X rappresenterebbe il primo di una lunga serie di dispositivi Android, che andranno ad arricchire questo nuovo anno. Le fasce di prezzo che i presunti dispositivi andranno ad occupare saranno differenti, questo sta a significare che Nokia punterà anche alla produzione di smartphone di fascia alta. Nonostante il successo riscosso in ambito Windows Phone, diversi aspetti del famigerato Nokia X potrebbero deludere le tante aspettative in merito.

Tra i principali, non possiamo che citare l’assenza di certificazione Google – non ancora confermata- che porterebbe alla mancanzadei diversi servizi che la stessa società fornisce. Primo tra tutti il Google Play Store. In secondo luogo, l’imminente assimilazione da parte del colosso di Redmond, Microsoft, della frazione di Nokia, responsabile della produzione di smartphone Lumia.

Qualcuno di voi si potrebbe chiedere cosa abbia a che fare tutto ciò, con il successivo sbarco dell’azienda nel mondo Android. Semplice. Microsoft, insieme alla sezione Lumia, potrebbe accaparrarsi anche le diverse funzionalità e tecnologie specifiche della famiglia Lumia (PureView, ClearBlack,…). Tutto ciò renderebbe il compito, già abbastanza arduo, di crearsi un nome tra le grandi aziende produttrici di smartphone Android, pressoché impossibile.

Non abbiamo altre notizie in merito. Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi.

Via