Home > Tablet Android > Samsung Galaxy Tab 3: disponibili nuove varianti cromatiche

Samsung Galaxy Tab 3: disponibili nuove varianti cromatiche

galaxy-Tab3_80_GarnetRed-258x400Samsung continua a dettar legge in ambito marketing, nonostante il netto crollo delle vendite registrato negli ultimi mesi, per il quale si vocifera la causa sia stata l’eccessiva fretta di lancio del Galaxy S4 al punto di soffrire la concorrenza interna dello stesso Galaxy S3, coi pessimi risultati al punto da spingere i massimi dirigenti alla ricerca di nuove vie per far risollevare la richieste, nettamente contratte.

Una delle strade opzionate, e che sembra esser divenuta una moda seguita da molti dei principali competitors, è lo sviluppo di un portfolio basato, oltre che sulla varianti in ambito di componentistica hardware, sulle opzioni e le combinazioni cromatiche delle scocche, così dopo per l’appunto il Galaxy S4 stavolta è il turno del Samsung Galaxy Tab 3, nello specifico la versione da 7 pollici, presentata in ben due varianti: Garnet Red e Gold Brown.

Si tratta di un restyling che mira a soddisfare un’utenza sempre più orientata verso l’impatto estetico, oltre che su quello qualitativo, offrendo l’opportunità di scegliere il proprio device nel colore preferito, una tendenza che si presume, stando alle analisi condotte dagli specialisti di settore dell’azienda coreana, di portare un leggero incremento diretto in ambito economico ed una grande vantaggio in senso indiretto, fidelizzando i clienti verso i propri prodotti.

Oltre alla versione da 7 pollici, Samsung avrebbe infatti intenzione di espandere questi colori anche a quelle da 8 e 10.1 pollici, attualmente presenti soltanto nella colorazione White e nel caso del primo addirittura aggiungerne una terza, ovvero la Midnight Black. Il nuovo portfolio dovrebbe essere reso ufficiale a partire dal mese di Settembre, probabilmente sfruttando l’evento IFA di Berlino con una presentazione capace di catturare l’attenzione generale, mentre riguardo al prezzo al momento si suppone dovrebbero, con giusta logica, esser accessibili ai medesimi delle versioni standard visto l’intento di renderli competitivi sul mercato e rispetto ai modelli concorrenti.