Home > Altro > Navigare in sicurezza con lo smartphone: qualche consiglio utile

Navigare in sicurezza con lo smartphone: qualche consiglio utile

Samsung Simband reference design
via: TheNextWeb

Oggi come oggi le persone sono solite usufruire di internet per moltissime attività, oltre che per la sola ricerca di informazioni. Tramite web si fa shopping, si prenotano voli aerei, si gestisce il proprio conto e la burocrazia, si sottoscrivono abbonamenti e chi più ne ha, più ne metta. 

Con l’evoluzione tecnologica e l’uscita sul mercato di dispositivi mobili sempre più rapidi ed efficaci, molte delle attività online si è concentrata proprio sul mobile, ovvero su tablet e soprattutto smartphone. Il telefono cellulare di nuova generazione non è più solo un telefono per restare in comunicazione con il mondo, ma un vero e proprio mini computer portatile in cui si cela, per certi versi, molto della nostra vita.

 

Smartphone: dati sensibili sotto attacco

Se lo smartphone, diciamo, si rompe, ci viene sottratto o addirittura hackerato non si mettono a rischio solo i contatti delle persone, ma molto, molto di più. Ci sono password, accessi alle email, ai social, a conti correnti, per non parlare delle foto e dei video personali e molti altri dati sensibili. Questo ha reso necessario l’iniziare a prendere in considerazione la questione della sicurezza di questi dispositivi e dei sistemi che utilizzano. 

WhatsApp-Storie-rassicurare-utenti-privacy

I primi responsabili della sicurezza dei dati sono tuttavia gli utenti stessi, con i loro comportamenti e abitudini: vediamo quindi che cosa possiamo fare in prima persona per proteggere il nostro dispositivo Android secondo gli esperti.

3 consigli su come proteggere il dispositivo ed i tuoi dati personali

Password o biometria per lo sblocco del telefono

Uno dei migliori sistemi che si hanno per tutelarsi è sicuramente quello di utilizzare una password per lo sblocco del telefono. A qualcuno potrebbe sembrare banale ed ovvio, ma in realtà non lo è affatto. Anche se si tratta di una chiave di accesso semplice, il tempo necessario a sbloccare il telefono potrebbe essere quello utile al proprietario per bloccare eventuali carte di credito o per modificare le password di email e social. Ancora meglio se si sceglie un sistema di sicurezza biometrico, cioè con il riconoscimento facciale o l’impronta digitale.

Xiaomi Mi 11 5G Global

Scegliere di utilizzare portali e siti sicuri

Fondamentale rimane ovviamente l’utilizzo di siti web che siano sicuri, specie se si tratta di portali dove si devono fornire i propri dati personali o finanziari. È il caso, per esempio, degli e-commerce, che andrebbero scelti solo fra quelli rinomati e conosciuti, o dei siti di giochi online, per cui sono da prediligere sicuramente i siti di casinò ADM (ex AAMS), come quelli recensiti dagli esperti di Casinos.it

Doppio fattore di autenticazione

Ultimamente moltissimi portali e caselle di posta possono richiedere ben due fattori di autenticazione per l’accesso (2FA). Questi sono sicuramente siti maggiormente sicuri e per questo andrebbero favoriti e scelti, specie di questi tempi. Anche lì dove non è obbligatorio, è possibile comunque spesso scegliere tale impostazione e così si dovrebbe fare, anche se quando si accede si deve spendere un attimo più di tempo. 

Navigare su reti sicure

Per proteggere il proprio smartphone è anche opportuno evitare di utilizzare per la navigazione reti non sicure, come possono essere wi-fi e bluetooth che si trovano a caso nei locali o in giro per la città. Non si sa mai, infatti, chi sono le persone connesse in quel momento a quella rete e se non vi sia fra di esse un hacker in attesa della sua prossima vittima. 

SCELTI DA NOI PER TE