Home > News su Android, tutte le novità > OnePlus 6T: rilasciate OxygenOS 9.0.10 e Open Beta 1

OnePlus 6T: rilasciate OxygenOS 9.0.10 e Open Beta 1

OnePlus 6T

Qualche settimana fa è stato presentato ufficialmente OnePlus 6T, il nuovo flagship dell’azienda cinese, il quale da qualche giorno è disponibile all’acquisto anche in Italia ad un prezzo di 559 euro per la versione 6/128 GB, di 589 euro per la versione 8/128 GB e di 639 euro per la variante 8/256 GB. Inoltre è da poco disponibile anche una colorazione Thuner Purple e una variante McLaren Edition. Tuttavia, oggi parliamo di aggiornamenti software, perché nelle scorse ore sono state rilasciate sia la OxygenOS 9.0.10 che la Open Beta 1.

Vediamo allora le novità della OxygenOS 9.0.10:

  • System
    • Updated Android security patch to 2018.12
    • Improved Wi-Fi stability for better connectivity
    • Face Unlock improvements
  • Camera
    • Improved Nightscape performance 

Come possiamo notare, oltre all’introduzione delle patch di sicurezza di dicembre troviamo delle ottimizzazioni e dei miglioramenti riguardanti la stabilità del Wifi, lo sblocco tramite riconoscimento del volto e la modalità Nightscape.

Qualche novità in più, invece, la troviamo nella Open Beta 1:

  • System
    • Updated Android security patch to 2018.12
    • Added toast message when parallel apps are unavailable due to data corruption
  • Communication
    • Added call history for incoming calls from unknown numbers
    • Optimized UI for Spam messages and calls
  • OnePlus Switch
    • Now supports migrating data from iPhone 

Ebbene sì, il changelog sembra copiato da quello della Open Beta 9 rilasciata su OnePlus 6 qualche giorno fa. E quindi anche in questo caso troviamo l’introduzione delle patch di dicembre 2018, novità per le app parallele e per il dialer telefonico e il supporto alla migrazione dei dati da un iPhone. 

L’update alla OxygenOS 9.0.10 è stato rilasciato a livello globale qualche ora fa, quindi nel giro di qualche giorno dovrebbe essere disponibile anche in Italia. Per quanto riguarda il ramo Open Beta vi invitiamo a leggere attentamente tutte le indicazioni presenti nel sito del produttore onde evitare di compromettere la stabilità del vostro nuovo smartphone.

Via 1 Via 2