Home > News su Android, tutte le novità > LG G7: la ri-progettazione estetica farà ritardare ancora di più l’uscita sul mercato

LG G7: la ri-progettazione estetica farà ritardare ancora di più l’uscita sul mercato

Immagine concept

Vi sono grandissime aspettative su LG G7, prossimo smartphone top di gamma del colosso coreano. Tuttavia, stando a un’informazione anonima, dovrebbe esserci stata una decisione dell’ultimo minuto per una ri-progettazione estetica della scocca, il che inevitabilmente farà ritardare ancora di più l’uscita sul mercato.

Questa decisione avviene dopo l’annuncio fatto al CES da un dirigente che il rilascio di una nuova generazione di smartphone non avverrà più con cadenza annuale ma solo quando vi sarà la necessità.

L’informazione sulla ri-progettazione di LG G7 proviene da un membro dello staff di LG che ha voluto rimanere anonimo:

Subito dopo che il vicepresidente ha fatto l’annuncio al Consumer Electronics Show la scorsa settimana, è stato inviato un ordine diretto ai funzionari a livello lavorativo per ricominciare da capo la progettazione dello smartphone.

Non si sapeva quasi nulla del G7 ora scartato, tranne che sarebbe stato spedito con il servizio di pagamenti LG Pay (presumibilmente tale servizio sarà ancora presente nella nuova versione). Originariamente lo smartphone doveva essere annunciato il mese prossimo al Mobile World Congress di Barcellona e spedito ai clienti il mese successivo. Ora l’annuncio dovrebbe aver luogo ad Aprile, senza una data di rilascio nota in questo momento.

Considerando che gli ingegneri LG hanno solo pochi mesi per ri-progettare il telefono, alcuni componenti del precedente G7 (come la scheda madre e il software) saranno probabilmente mantenuti. Solo il tempo dirà se il nuovo G7 finalmente cambierà la divisione mobile di LG oppure se continuerà a rimanere nel limbo.

Eppure gli smartphone di qualità eccelsa non mancano certo a LG: basti pensare a LG V30, uno dei migliori device del momento che però si fatica a trovare sul mercato. Forse il problema non è negli smartphone ma in tutto ciò che li circonda (marketing in primis)?

VIA  FONTE

SCELTI DA NOI PER TE