Home > News su Android, tutte le novità > Project Treble inizia la sua carriera con il Google Pixel 2

Project Treble inizia la sua carriera con il Google Pixel 2

Durante lo scorso Google I/O è stato annunciato il nuovo Project Treble, ovvero un sistema che dovrebbe permettere un più semplice rilascio di aggiornamenti e quindi porre un freno alla frammentazione Android.

Il Project Treble è disponibile su tutti i nuovi smartphone che vengono equipaggiati di fabbrica con Android 8.0 Oreo mentre per quelli che ricevono l’aggiornamento da una versione precedente è solo facoltativo.

Ecco i primi indizi del Project Treble sul Google Pixel 2

I primi indizi sull’azione del Project Treble li troviamo sul Google Pixel 2, nel quale i colleghi di XDA hanno scovato un file APK denominato “Pixel 2017 Graphics Driver“. Considerando che il file si trova nella directory di Qualcomm, è lecito pensare che la modularizzazione del sistema operativo Android separi le varie parti permettendo a ogni azienda responsabile di aggiornarli da sé (dei driver della CPU e della GPU se ne occupa Qualcomm mentre la ROM rimane una responsabilità di Google).

Sfruttando questo sistema per gli altri smartphone Android, i produttori di SoC si occuperanno di tenere aggiornati i driver delle loro componenti hardware mentre gli sviluppatori si occuperanno solo della ROM.

Da un punto di vista teorico questo sistema dovrebbe ridurre di molto il tempo necessario al rilascio di un aggiornamento di sistema. Dal punto di vista pratico al momento non abbiamo alcun risultato da mostrarvi, visto che Oreo è ancora fermo allo 0,2% del market share totale.

Prima di lasciarvi, vi ricordiamo che il primo smartphone con Android 8.0 Oreo presente di fabbrica dovrebbe essere Huawei Mate 10, la cui presentazione avverrà lunedì a Monaco.

FONTE