Home > News su Android, tutte le novità > Meizu M3S: ufficiale il nuovo entry-level con sensore di impronte

Meizu M3S: ufficiale il nuovo entry-level con sensore di impronte

Nelle scorse ore Meizu ha presentato ufficialmente un nuovo smartphone che andrà a rinnovare il suo catalogo della fascia bassa. Esso si chiama Meizu M3S e, a dispetto del prezzo particolarmente aggressivo, porta con sé delle caratteristiche tecniche non di poco conto.

Prima di analizzare però le componenti tecniche, vi invitiamo a notare come anche Meizu abbia portato la scocca metallica ed il sensore di impronte digitali sulla fascia bassa, facendo praticamente scomparire il policarbonato tanto di moda nel corso dei passati anni.

Meizu M3S (1)

La scheda tecniche ufficiale dello smartphone è la seguente:

  • Display IPS da 5 pollici con risoluzione HD e vetro 2.5D
  • SoC MediaTek MT6750 con CPU octa-core a 1.5 GHz
  • 2/3 GB di memoria RAM
  • 16/32 GB di storage interno espandibile tramite micro SD
  • Fotocamera posteriore da 13 Mpixel
  • Fotocamera anteriore da 5 Mpixel
  • Connettività dual-SIM LTE con tecnologia VoLTE, USB Type-C
  • Lettore impronte digitali mTouch 2.1
  • Spessore 8.3 mm
  • Batteria da 3020 mAh
  • Dimensioni di 141,9 х 69,9 х 8,3 mm
  • Sistema operativo Android 5.1.1 Lollipop personalizzato Flyme 5.1

Meizu M3S (2)

Come potete vedere, tralasciando il fatto che a bordo troviamo ancora il sistema operativo Lollipop e quindi nessun supporto nativo per il sensore di impronte ma un supporto sviluppato ad-hoc da Meizu, per il resto questo smartphone potrebbe benissimo appartenere alla fascia media del mercato.

Per quanto riguarda il prezzo di vendita e le varianti messe a disposizione dal produttore, Meizu M3S arriverà nelle colorazioni oro, rose-gold, argento e grigio al prezzo di 699 Yuan (circa 100 euro) nella variante con 2GB di RAM e 16GB di storage interno, mentre a 899 yuan (circa 120 euro) nella variante con 3 GB di RAM e 32 GB di storage interno.

Al momento non abbiamo informazioni per la versione internazionale dello smartphone ma comunque non dovrebbero esserci problemi circa il suo arrivo anche in Italia.

VIA

SCELTI DA NOI PER TE