Home > News su Android, tutte le novità > Samsung porterà un sensore di scansione dell’iride sui prossimi smartphone

Samsung porterà un sensore di scansione dell’iride sui prossimi smartphone

Samsung sensore di scansione dell'iride

Una delle funzionalità più avveniristiche a cui Samsung sta lavorando per migliorare la qualità dei propri smartphone, oltre a quella dei display flessibili, è quella dell’implementazione di un sensore di scansione dell’iride. Questa tecnologia si era rumoreggiato potesse essere implementata già sul Samsung Galaxy S5.

 

Oltre a riservare alcuni ingegneri del settore ricerca e sviluppo, Samsung ha raggiunto un accordo con la SRI International (Stanford Research Institute), la quale ha sviluppato già un sistema formidabile chiamato Iris on the Move che, a detta dei ricercatori, funziona al primo sguardo:

Iris on the Move comprende una serie di tecnologie proprietarie di SRI che a differenza di altri lettori biometrici che captano la posizione degli occhi dell’utente dopo alcuni istanti, l’istituto di ricerca è riuscito a rendere il sensore talmente reattivo da compiere l’operazione di riconoscimento dopo un solo sguardo.

Ricordiamo che Samsung non è la sola azienda a lavorare su un sensore di scansione dell’iride, visto che Microsoft ha recentemente dichiarato che il sistema operativo Windows 10 supporterà sensori biometrici quali il sensore del riconoscimento delle impronte digitali ed il sensore di scansione dell’iride.

Tornando a parlare di Samsung e SRI, sarebbe già in cantiere una versione speciale di Galaxy Tab 8.4 equipaggiato proprio con questo tipo di sensore. Senza dubbio torneremo in futuro sull’argomento, dato che non a caso abbiamo inizialmente detto che si tratta di una delle funzionalità più avveniristiche che sta sviluppando il produttore coreano.

VIA