Home > News su Android, tutte le novità > Google ora mostra un elenco di fatti inerenti alcuni risultati di Wikipedia

Google ora mostra un elenco di fatti inerenti alcuni risultati di Wikipedia

new-google-logo

 

Negli ultimi dieci anni non c’è dubbio che Google è diventato il go-to per la ricerca di informazioni.
Il blog Google Operating System ha notato come recentemente siano comparse delle informazioni aggiuntive sotto alcuni risultati di ricerca sul motore dell’azienda di Mountain View.

Ora, quando certi personaggi storici o luoghi verranno cercati su Google, in aggiunta alle due/tre righe standard –s otto ogni link – verranno visualizzate delle informazioni aggiuntive, in linea con ciò che abbiamo ricercato.
Al momento, queste micro informazioni sembrano essere presenti solo sotto le pagine di Wikipedia e solo per un numero ristretto di persone e luoghi.

Un esempio è ‘Re di Roma’. Quando questo termine verrà cercato, oltre al blurb rapido sotto Wikipedia, sembrano essere presenti anche delle micro informazioni, come “Ultimo monarca: Lucius Superbus”, “Monarchia conclusa: 509 aC”. Ciò è presente anche per alcune località. Ad esempio, se viene ricercato il termine ‘Ducato di Amalfi’, potremo visualizzare anche alcune informazioni inerenti l’antico stato: “Regione: Campania”, “CAP : 84011” “Patrono : Sant’Andrea”, “Giorno del Santo: 30 Novembre”.

E’ interessante notare che alcuni termini diano informazioni aggiuntive incomplete. Ad esempio, durante la ricerca di ‘Richard Nixon Legacy’ otteniamo le seguenti informazioni aggiuntive: “Presidente: Dwight D. Eisenhower”, “Anni di servizio: 1942-1946”, “Vice Presidente: Spiro Agnew (1969-1973 …)”, “Partito politico: Repubblicano”. Ignorando, quindi, che Nixon stesso era vice-presidente durante l’era Eisenhower.

Le micro informazioni aggiuntive (non sappiamo come Google chiamerà questa feature) non sono disponibili nella lingua italiana e per ora possono essere visualizzate con le ricerche in lingua inglese.

Non vediamo vediamo l’utilità di questa funzione, ma magari Google la implementerà in più siti, rendendola più funzionale.

In basso alleghiamo una galleria immagini:

Via